Sergio Sylvestre/ “Solo a Milano, è un momento difficile. Mi aiuta la musica”

- Stella Dibenedetto

Sergio Sylvestre svela come sta trascorrendo la quarantena a Milano: “solo, è un momento difficile. Non ho mai scritto tanto come in questo periodo”.

sergio sylvestre min 640x300
Sergio Sylvestre - Foto Instagrm

Sergio Sylvestre sta sfruttando la quarantena per creare e dare voce ad una nuova musica. In un’intervista rilasciata ai microfoni de Il Tempo, il Big Boy della musica italiana, vincitore di Amici 15, dopo aver presentato sui social il nuovo singolo “Story of my life” è pronto per regalare ai fans nuovamente la sua voce. Il cantante sta vivendo da solo la quarantena. A fargli compagnia sono solo i suoi due cagnolini. “Io abito a Milano da solo dalla scorsa estate. E’ una vittà che non conosco e mi sento un po’ lontano da tutti” – ammette Big Boy. “Per fortuna mi fanno compagnia i miei due cagnolini e le videochiamate mi aiutano ad avere più vicino le persone a cui voglio bene”, aggiunge. Per far passare il tempo, Sergio, così, spiega di dedicare gran parte delle giornate alla musica.

SERGIO SYLVESTRE: “MI MANCA L’APPROCCIO UMANO”

Solo con i suoi due cagnolini, Sergio Sylvestre non vede l’ora di riabbracciare amici e parenti. Ai microfoni de Il Tempo, infatti, il cantante svela di sentire profondamente la mancanza del contatto umano. “Mi manca lo sguardo della gente, andare a cena con un amico. Mi manca l’approccio umano” – ammette – “quando torneremo ad abbracciarci sono sicuro che lo apprezzeremo ancora di più”. Ad aiutarlo, fortunatamente, c’è la musica a cui Sergio si sta dedicando totalmente. “Non ho mai scritto così tanto come in questo periodo. Questa situazione mi ha fatto riflettere sulla vita, sulle cose importanti. Mi sta aiutando a tirare fuori le emozioni”, ha aggiunto il Big Boy della musica italiana che ha prestato anche la sua voce a Mini Diamante, il personaggio che doppia del sequel d’animazione della Dream Works “Trolls World Tour”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA