Se*so con alunna 16enne: professoressa arrestata/ Si temono altre relazioni proibite

- Davide Giancristofaro Alberti

Sesso con un’alunna di 16 anni: arrestata professoressa di Roma 63enne. Gli inquirenti le hanno sequestrato il cellulare: temono altre relazioni

Materie liceo linguistico, seconda prova maturità 2019
LaPresse

Una professoressa è stata arrestata per aver fatto sesso con una sua alunna, all’epoca dei fatti sedicenne. Oggi l’alunna ha 17 anni, mentre la professoressa, insegnante di italiano, di anni ne ha 63. A raccontare questa vicenda è stata l’edizione online di Repubblica di ieri, 1 agosto, che fornisce numerosi dettagli dell’accaduto, a cominciare dal “corteggiamento”, avvenuto piano-piano, con la prof che avrebbe lodato le capacità della sua studentessa, parlandole di arte. La giovane si è quindi fidata, si è lasciata attrarre da queste lusinghe, fino a finire in un vicolo cieco. La professoressa è stata arrestata ieri, e al momento si trova ai domiciliari con l’accusa di atti sessuali con minore. L’episodio si è verificato in un istituto tecnico non lontano da Roma, dove la ragazza è finita per cedere al corteggiamento serrato della sua prof, nonostante la stessa cercasse di resisterle, perplessa. Ad accorgersene che qualcosa non quadrava sono stati i genitori della vittima, dopo che la stessa era partita in vacanza con la sua professoressa per passare qualche giorno nelle Marche la scorsa estate.

SESSO CON ALUNNA 16ENNE: ARRESTATA PROFESSORESSA. LA DENUNCIA DEI GENITORI DELLA VITTIMA

I genitori inizialmente erano dubbiosi, ma alla fine si sono lasciati convincere dalla figlia, che aveva spiegato loro che avrebbero fatto i compiti e che non c’era nulla di cui preoccuparsi. Peccato però che al ritorno dalla vacanza, la giovane fosse cambiata, sfuggente, rispondeva male, e dopo le domande insistenti di mamma e papà alla fine è crollata raccontando tutto, mostrando anche i messaggi su Whatsapp espliciti che le due si scrivevano, in cui la professoressa invitava l’alunna a staccarsi dalla famiglia e a non raccontare a nessuno quanto stava succedendo. A quel punto è scattata la denuncia ai carabinieri, che hanno iniziato le indagini, e nella giornata di ieri è giunto l’arresto della professoressa nelle Marche. Gli inquirenti le hanno sequestrato il cellulare, forse c’è il sospetto che l’insegnante abbia avuto altre relazioni vietate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA