Severina Panarello è morta, Fabrizio Corona in lacrime/ “Ha vissuto per noi detenuti”

- Hedda Hopper

Severina Panarello è morta per un male incurabile, Fabrizio Corona in lacrime le dice addio sui social: “Ha vissuto per noi detenuti”

fabrizio corona
Fabrizio Corona

Fabrizio Corona in lacrime saluta Severina Panarello sul suo profilo social. E’ di poche ore fa la notizia della morte della responsabile dell’Uepe, Ufficio per l’esecuzione penale esterna di Milano, per un male incurabile, e proprio l’ex re dei paparazzi che ha avuto modo di conoscerla proprio per le vicende legate alla sua detenzione, ha voluto renderle un omaggio commosso, quasi un po’ fuori dalle suo corde, almeno per quello a cui ci ha abituato. Fabrizio Corona scrive commosso di averle voluto bene proprio come se ne vuole ad una madre perché lei era umana, sincera e vicina ai problemi dei detenuti e mai dall’altra parte della barricata pronta a punire e puntare il dito. Severina Panarello è morta all’età di 58 anni dopo aver scoperto di avere un male incurabile e proprio per il suo lavoro aveva avuto modo di sostenere una serie di colloqui, tra gli altri, anche con Francesco Corona.

Severina Panarello è morta, Fabrizio Corona in lacrime e commosso sui social

Proprio lui sui social scrive: “Le ho voluto bene come una madre. Ho pianto solo con lei, davanti a lei, per gioia, dolore, emozione, sconforto. Ha vissuto per tutti noi detenuti, affinché venissero riconosciute le pene alternative come un valore della costituzione per ricominciare nel modo giusto una nuova vita”. Lo stesso Fabrizio Corona poi continua sottolineando proprio la sua carica umana oltre alle sue capacità professionali: “Mi ha insegnato a credere nella giustizia governata da persone uniche e oneste come lei. Ho capito con lei che il bene esiste che i valori sono importantissimi. È stata il mio punto di riferimento per più di dieci anni. Come faccio ora senza di lei? Ho un vuoto enorme e una grande sofferenza. le voglio un bene immenso ‘doc'”. Poi alla fine chiede proprio a lei di proteggerlo da lassù.







© RIPRODUZIONE RISERVATA