Sfera Ebbasta/ Coach delle under donne, tra critiche e polemiche (X Factor 2019)

- Fabiola Iuliano

Sfera Ebbasta ha formato la sua squadra di Under Donne, ma non sono mancate le polemiche. Ecco cosa è accaduto ai Bootcamp di X Factor 2019

X Factor 13
Sfera Ebbasta giudice delle Under Donne a X Factor 13 (ph. Virginia Bettoja)

Non è stato facile per Sfera Ebbasta selezionare le cinque under donne da portare agli Home Visit di X Factor 2019. Tuttavia, di fronte a una rosa di ben sedici cantanti il trapper è riuscito a tirare fuori tutta la sua determinazione, eliminando le concorrenti non adatte al suo “progetto” senza troppi preamboli e selezionando coloro che invece sono riuscite a tenere fede alle sue aspettative. Naturalmente, la delusione per gli Home Visit sfumati ha creato non poco risentimento tra le concorrenti escluse, anche se il coach, criticato per la sua schiettezza anche dai colleghi che condividono assieme a lui il percorso a X Factor, non si è lasciato scalfire dai pareri opposti. È così che Sfera Ebbasta ha formato il suo team di cinque under donne da portare con sé agli Home Visit, una squadra composta da Silvia Cesana detta Sissi, Sofia, in arte Kimono, Maryam, Beatrice Giliberti e Giordana.

Le under donne di Sfera Ebbasta

Sfera Ebbasta ha motivato con saggezza ogni scelta effettuata ai Bootcamp di X Factor 2019. Il coach delle under donne ha infatti selezionato Myriam “non per la sua storia ma per il suo valore” e Kimono perché ogni volta che canta “fa alzare il pubblico”, riferendosi in particolare alle numerose standing ovation conquistate dalla concorrente. Nell’includere Silvia Cesana (Sissi) nella rosa delle cinque scelte, Sfera Ebbasta ha invece tenuto conto del parere della collega e compagna di bancone Malika Ayane, che senza mezzi termini gli ha detto: “Se non le dai la sedia sei un pirla”, mentre, quanto riguarda Giordana, il coach ha compiuto un percorso del tutto opposto. La concorrente, lo ricordiamo era stata aspramente criticata alle selezioni da Samuel e Malika Ayane a causa del suo eccesso di virtuosismo; oggi, però, è riuscita a riscattarsi, dando prova di quelle qualità indispensabili nel “progetto” di Sfera.

Sfera Ebbasta e le polemiche sullo switch

Anche per Sfera Ebbasta, così come accaduto a Samuel, si sono scatenate le polemiche dopo un chiacchieratissimo switch. È successo tutto quando una concorrente, Arianna, è stata costretta dal coach a lasciare la sua sedia per far posto a Beatrice: la decisione ha scatenato l’ira dell’esclusa, che senza mezzi termini se l’è presa con il pubblico. Secondo Arianna, in particolare, gli spettatori in sala avrebbero contribuito, con i loro cori di disapprovazione, ad alimentare il convincimento di Sfera Ebbasta di eliminarla. Nel corso dei Bootcamp, infatti, il pubblico presente in sala l’avrebbe indicata come la concorrente da mandare a casa e consentire quindi a Beatrice di sedersi. Ad arrivare in soccorso del pubblico è stato Sfera Ebbasta, che ha rivendicato la sua scelta, con quella che si è rivelata come una vera e propria lezione di stile: “Fatti scivolare addosso le cose che non servono, devi abituarti a essere sempre criticata”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA