SFOOTING/ “Alla sede di Nyon”, ballata che spiega il flop della Superlega

- Comic Astri

La vicenda della Superlega sta tenendo banco quasi più del Covid. E’ stato raccontato e spiegato tutto? No, come mostra questa ballata (sulle note di Branduardi)

Ceferin Uefa Superlega
Aleksander Ceferin, presidente Uefa (LaPresse)

La vicenda della Superlega calcistica ha letteralmente monopolizzato i mass media, trovando posto anche prima del Covid. Molto è stato detto, qualcosa c’è ancora da raccontare.

Noi ve la suoniamo e cantiamo con questa ballata, che si avvale dell’importante apparato critico (11 preziose note come 11 sono i calciatori che scendono in campo) del nostro Zingarelli, un vocabolario che le leghe le ha sperimentate sulla propria pelle, avendo girato un po’ qua e un po’ là per tutti i campionati dell’orbe terracqueo.

“Alla sede di Nyon”

(sulle note di Alla Fiera dell’est di Angelo Branduardi)

Alla sede di Nyon (1) / un grande progetto / in due giorni a morte arrivò

E venne Florentino / di cognome Perez (2) / che ragionava in grande

Per il suo “Reale”: / “Faremo tanti soldi” / con la Superlega

Lo dico al Barcellona / e a quelli dell’Atletico

Per le spagnole rischiare si può

Alla sede di Nyon / un grande progetto / in due giorni a morte arrivò

Si unisce Andrea Agnelli / insieme a Nedved / dove sta Paratici (3)?

È con Marotta (4) / Che lo guarda storto / Scaroni (4) osserva

Maldini tace / mentre Ibra rinnova

Anche per le italiane rischiare si può

Alla sede di Nyon / un bel progetto / in due giorni a morte arrivò

Arrivano le inglesi / che sono tante / è la tradizione

Con “City” (5) e “Uniti” (5) / c’è la “figlia di Clinton” (6) / e l’Arsenale (7)

E Tottenham e Liverpool /sono in metà di mille

Ma anche per Albione rischiare si può

Alla sede di Nyon / un progetto / in due giorni a morte arrivò

Ma poi c’è Rummenigge / il Ceo del Bayern / non le manda a dire:

“Ne staremo fuori” / Viva la Uefa / Viva la Fi…fa (8)

lo segue Al-Khelaifi (9) / emiro parigino

Per Francia e Germania / rischiar proprio no

Alla sede di Nyon / un sogno nel cassetto / in due giorni a morte arrivò

S’allarma Florentino / resiste Agnelli / le inglesi tentennano:

“E mo’ che famo? / Annamo o stamo?” / Dilemma shakespeariano

Il City abbandona / e pure il Manchester

La stampa s’indigna / Il tifoso (10) anche lui

Alla sede di Nyon / era di martedì / il progetto la morte sancì

E monta la protesta / di Fifa e Uefa / Infantino e Ceferin (11)

Si muovono i politici / il primo è Johnson / di nome Boris

Lo segue Macron / e tuona pure Draghi

Giustizia è fatta / han vinto i miglior

Alla sede di Nyon / anche JP Morgan / questo progetto a morte mandò

Ma questa storia dunque / se c’ha una morale / si può sintetizzare?

I campi sintetici / Il calcio minore / i settori giovanili /

la meritocrazia / la spartizione / dei diritti tv

gli arbitri e la Var / il fuorigioco

Rigore è / quando arbitro fischia

(si abbassa il volume della musica e della voce)

I procuratori / i presidenti / il Fair play finanziario

Il rinnovo del contratto / La garra charrua

il palo e la traversa / il palo e la traversa

il palo e la traversa / il palo e la traversa

il palo e la traversa / il palo e la traversa

il palo e la traversa……………………………….

(sempre più soffusamente… prima del finalone)

 Alla sede di Nyon / tanti soldi / continuare a spartirsi si può

Le 11 note critiche dello Zingarelli:

(1) Città svizzera, tradizionale sede dell’Uefa, l’ente calcistico europeo.

(2) Presidente del Real Madrid, chiamato qui “Reale”.

(3) Paratici e Nedved sono dirigenti della Juventus.

(4) Marotta, dirigente dell’Inter, Scaroni, presidente del Milan.

(5) Si tratta delle due squadre di Manchester, il City e lo United (qui tradotto, per ragioni di metrica in “Uniti”).

(6) Il nome di battesimo della figlia dell’ex presidente Usa Bill Clinton è Chelsea, come una delle squadre di Londra, appunto.

(7) Italianizzazione di Arsenal, altra squadra di Londra.

(8) Facile, nonché popolaresca, allusione doppiosensista.

(9) È il proprietario della squadra del PSG (Paris Saint Germain).

(10) Ideale rappresentante dell’umano consesso pedatorio da salotto.

(11) Rispettivamente presidenti di Fifa e Uefa.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA