Shirley Manson (Garbage) “Musica? Abuso di potere”/ “Avessi il c*zzo sarebbe diverso”

- Lucia Filardi

La front-woman dei Garbage, Shirley Manson, ha espresso parole molto dure nei confronti del music business, lo ha definito sessista e misogino

shirley manson 640x300
Shirley Manson (foto: Youtube)

La front-woman della band statunitense dei Garbage, Shirley Manson, si è espressa con parole molto dure nei confronti del music business, mondo del quale fa parte ufficialmente dal 1987, quando firmò con uno dei suoi primi gruppi un contratto discografico con la Capitol Records. Dopo trent’anni di alti e bassi, la cantante scozzese ha rilasciato un’intervista a Neil McCormick del Telegraph per promuovere il settimo album dei Garbage uscito l’11 giugno.

Durante la chiacchierata ha detto, senza troppi giri di parole: “Questo è un settore completamente non regolamentato, che legittima la vendita degli adolescenti. L’appetito insaziabile per la carne giovane è nauseante, ingaggiano ragazze di tredici anni e le spremono letteralmente fino all’età di sedici anni e poi pubblicano i loro dischi. I ragazzini non dovrebbero essere usati per far fare soldi alle grandi aziende”. Secondo Shirley Manson l’industria musicale è “un nido assoluto di abuso di potere e violenza sessuale”.

Le accuse di sessismo di Shirley Manson

Shirley Manson ha detto anche: “Se avessi il ca**o sarei trattata in modo diverso. Il mondo della musica è frequentato da musicisti maschi, manager maschi, contabili maschi. Con chiunque ho a che fare, mi sento relegata in seconda posizione perché ho la vagina! Ne parlo da tutta la mia carriera. Ho mantenuto la mia integrità. Se sarò l’unica in piedi in mezzo alla stanza ad indicare lo stronzo nell’angolo, allora così sia. Sono abbastanza felice di ricoprire quel ruolo”. L’artista si è inoltre detta rincuorata dal coraggio che vede nelle artiste emergenti, in attesa del giorno della resa dei conti per il mondo della musica. Recentemente aveva espresso la sua stima nei confronti di Billie Eilish, per aver ridato voce alle ragazze ribelli, dark: “Quelle che sono fuori dagli schemi del panorama pop. Questo, per me, è emozionante”. Queste parole le ha pronunciate in un’intervista per New Musical Express, durante la quale ha anche rivelato di non essere per niente interessata alle canzoni d’amore, ma di amare gli artisti che osano e presentano il lato potente di sé al pubblico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA