Sileri: “No cambiamento regole per colori regioni”/ “Fra poco tutta Italia in bianco”

- Davide Giancristofaro Alberti

Pierpaolo Sileri è convinto che il peggio è passato, e che la quarta ondata sta iniziando a scemare: “Non servirà una rimodulazione delle regole per i colori”

Pierpaolo Sileri
Pierpaolo Sileri (LaPresse, 2021)

Si dice ottimista il sottosegretario alla salute Pierpaolo Sileri, in vista del futuro prossimo e di una pandemia che sembrerebbe pronta a scemare, avendo raggiunto il picco della quarta ondata. Parlando stamane con i microfoni di Rai Radio 1 durante il programma Radio anch’io, l’esponente grillino ha spiegato: “Stiamo vivendo un picco al quale seguirà una decrescita. Tutte le regole che oggi stiamo mettendo in campo – in un tempo relativamente breve – dovranno e potranno essere modificate per allentare la presa”.

Sileri fa chiaramente capire che in caso di diminuzione dei contagi, le misure potranno essere allentate: “Quello che facciamo non è qualcosa di fisso, che durerà all’infinito, ma è invece rimodulabile per affrontare il virus”. Intanto Palazzo Chigi sta lavorando al nuovo Dpcm in cui verranno elencati tutti i negozi per cui non servirà il super green pass ne tanto meno il passaporto semplice, di conseguenza, si potrà entrare liberamente senza tampone ne tanto meno vaccino. A riguardo Sileri ha spiegato che è “quasi pronto” e arriverà “certamente” tra oggi e domani.

SILERI: “LISTA NEGOZI FREE PRASS RESA NOTA E SPIEGATA”

“È stata stilata una lista dove non sarà richiesto” il certificato verde “come al supermercato, nelle farmacie o nelle edicole – precisa – tutto partirà dal primo febbraio. La lista verrà resa nota e sarà spiegata la bontà di quello che stiamo facendo per convincere le persone ancora indecise”.

In merito alla possibilità di rivedere i parametri per il cambio colore delle regioni, Sileri spiega: “non servirà una rimodulazione visto l’andamento del virus. Vi è già un calo dei ricoveri, tra qualche giorno o settimana si andrà verso una situazione in cui il giallo scomparirà”. Quindi ribadisce: “Non servirà cambiare” anzi è “fondamentale lasciarlo nel caso in cui ci siano nuove varianti”. Infine, sulla possibilità che in tutto il paese si utilizzi l’autotesting per verificare la positività al virus, Sileri spiega: “Potrebbe essere il futuro ma attenzione a quel margine di falsa negatività”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA