SILVIA SALIS, CHI È/ Vicepresidente Coni e moglie Fausto Brizzi: “Vogliamo dei figli”

- Claudio Franceschini

Silvia Salis, chi è: ex martellista, vicepresidente vicaria del Coni dal 2021, dopo aver svolto altri incarichi. È la moglie di Fausto Brizzi

Silvia Salis conferenza stampa lapresse 2021 640x300
Silvia Salis, vicepresidente vicario del Coni (Foto LaPresse)

Silvia Salis, ospite in data odierna a “Oggi è un altro giorno”, trasmissione di Rai Uno condotta da Serena Bortone, ha parlato del suo rapporto con lo sport e la politica: “Già alle elementari dicevo che sarei diventata sindaco di Genova. Poi, mio padre era custode di un campo di atleta e non potevo sottrarmi allo sport”. Un anno fa la donna si è sposata con Fausto Brizzi: figli all’orizzonte? “Fosse per lui sì, io sto ancora temporeggiando un attimo, ma sicuramente ci proveremo. Lo scandalo da cui è stato assolto? Io non ho mai avuto pregiudizi su di lui, tutto questo dolore si poteva evitare, però la vita va avanti”.

Intanto, è divenuta vicepresidente vicaria del Coni: “Anche Claudia Giordani, mia omologa, è donna, segno che le cose stanno cambiando. Quest’anno, poi, le Olimpiadi e le Paralimpiadi – ma non solo – mi hanno aiutato a partire bene con questo ruolo. Lo sport insegna che puoi essere sconfitta, anche se nella vita è tutto molto meno definitivo. La sconfitta a volte rappresenta una fortuna, perché consente di correggere la rotta quando è il caso”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

SILVIA SALIS, EX MARTELLISTA OGGI AL CONI

Silvia Salis è un’ex martellista, che ha partecipato a due Olimpiadi e soprattutto ha vinto tanto a livello italiano. Ha 36 anni, compiuti a metà settembre: naturalmente si è già ritirata, ma sotto l’egida di CUS Genova, Forestale e infine Fiamme Azzurre è riuscita a ritagliarsi uno spazio importante nell’atletica del nostro Paese, per poi andare a ricoprire incarichi istituzionali ai massimi livelli. Silvia Salis, ci dicono le informazioni, ha iniziato a 8 anni e inizialmente era particolarmente competitiva nel salto in lungo;.

Tuttavia, quando Valter Superina l’ha vista lanciare il martello è avvenuto il cambio che l’ha poi accompagnata per tutta la carriera. A livello giovanile la Salis ha vinto parecchio; Clarissa Claretti e Ester Balassini sono state in questo frangente le sue compagne di viaggio, Silvia come juniores ha potuto partecipare a Mondiali ed Europei che le hanno permesso di guadagnare esperienza, anche se poi i risultati le sono mancati. Nel 2006 il grande salto: l’esordio con la nazionale assoluta a Goteborg, ma mancando la qualificazione alla finale.

LE VITTORIE DI SILVIA SALIS

Nel palmarès di Silvia Salis ci sono 10 titoli nazionali: sei di questi invernali, 4 invece assoluti. Ai Giochi del Mediterraneo è stata campionessa con la misura di 70,39 nel 2008 (a Pescara) mentre a Mersin, in Turchia, cinque anni più tardi ha conquistato il bronzo. Se vogliamo il rimpianto restano le Olimpiadi: Silvia Salis vi ha partecipato nel 2008 e 2012, ma sia a Pechino che a Londra ha mancato la finale. In particolare sono stati i Giochi britannici a deluderla: la genovese ci era arrivata con buone speranze di entrare almeno nei lanci per la medaglia (virtualmente), ma dopo due nulli ha urtato la gabbia nel suo terzo lancio e il martello si è fermato a soli 10,84 metri. Una volta ritiratasi, la martellista è stata eletta nel Consiglio Federale della FIDAL (la federazione italiana) e poi nel Consiglio Nazionale del CONI; poco tempo fa ha ricevuto la grande soddisfazione di venire eletta vicepresidente vicario del Comitato Olimpico Italiano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA