Sissi – Destino di una imperatrice/ Su Rai 3 il film con Romy Schneider (11 giugno)

- Matteo Fantozzi

Sissi – Destino di una imperatrice in onda su Rai 3 alle 21,20 di oggi, 11 giugno. Nel cast Romy Schneider, Karlheinz Böhm, Magda Schneider, Gustav Knuth, Uta Franz.

sissi 2019 film 640x300
Sissi - Destino di una imperatrice

Sissi – Destino di una imperatrice, film diretto dal regista Ernst Marischka

Sissi – Destino di una imperatrice, è un film di genere storico e sentimentale, e va in onda su Rai 3 alle 21,20 di oggi, 11 giugno, ed è stato girato nel 1957, chiudendo la trilogia destinata alla giovane imperatrice d’Austria. Diretto dal regista Ernst Marischka, che è stato anche l’autore del soggetto e della sceneggiatura, ha avuto come protagonisti Romy Schneider nei panni dell’imperatrice, Karlheinz Böhm che ha interpretato il marito, l’imperatore Francesco Giuseppe, Magda Schneider nei panni della madre di Sissi, Gustav Knuth, il padre di Sissi, Uta Franz, la sorella di Sissi, Walter Reyer, il Conte Julius Andrássy, Vilma Degischer, la madre dell’Imperatore, Josef Meinrad nei panni del colonnello Böckl, Senta Wengraf, che ha interpretato la contessa Bellegarde e Erich Nikowitz nel ruolo dell’Arciduca Francesco Carlo, padre dell’imperatore.

Sissi – Destino di una imperatrice, la trama del film

In questo terzo episodio della serie, Sissi – Destino di una imperatrice, la giovane imperatrice Sissi trascorre gran parte del suo tempo in Ungheria, paese che faceva parte dell’impero e per il quale l’imperatrice prova un grande amore. Il conte Andrássy, segretamente innamorato dell’imperatrice rappresenta la nobiltà ungherese e cerca il suo appoggio per migliorare lo stato giuridico del suo Paese. Il partito dei ribelli ungherese vorrebbe raggiungere l’indipendenza e l’imperatrice cerca di conciliare le loro richieste con le posizioni dell’impero.

Durante una vacanza in montagna con il marito, Sissi scopre di essere affetta da una infezione polmonare molto grave e sperando di guarire si sposta in zone più calde, Madera e l’isola di Corfù, restando lontana dalla corte di Vienna per alcuni mesi, aiutata dalla madre Ludovica. Dopo la guarigione Sissi si reca insieme al marito a Milano e Venezia per una visita diplomatica.

Le due città italiane, appartenenti al Regno Lombardo-Veneto, erano in effetto un possedimento austriaco e in passato avevano visto dei moti rivoluzionari contro il governo di Vienna, Sia a Milano che a Venezia l’imperatore e la sua consorte si scontreranno con lo sdegno che i cittadini provano verso la monarchia che loro rappresentano. A Milano gli esponenti dell’aristocrazia locale non presenziano alla Scala, inviando al loto posto la servitù. A Venezia l’imperatrice rivede dopo molto tempo la figlia in Piazza San Marco e le effusioni tra le due, molto toccanti, servono a mitigare, l’animo dei presenti e ad avviare una riconciliazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA