Soldi pensioni Inps per 2 mesi, poi che succede?/ Tridico “le pagheremo così.. ”

- Niccolò Magnani

“Soldi per pagare le pensioni fino a maggio”: poi cosa succede? Tridico (n.1 Inps) correggere il tiro “no panico, le pagheremo così..”

Tridico
Pasquale Tridico, Presidente Inps (LaPresse, 2020)

Il Presidente dell’Inps Pasquale Tridico aveva alzato un autentico polverone due giorni fa quando a DiMartedì intervistato da Floris si era lasciato sfuggire «Abbiamo i soldi per pagare le pensioni fino al momento in cui è stato sospeso il pagamento dei contributi. Fino a maggio non c’è un problema di liquidità, anche perché possiamo accedere a un tesoretto che è il Fondo di tesoreria dello Stato. Immagino che ad aprile ci sarà un altro decreto che dovrà dire cosa succederà alla sospensione dei contributi». Voleva essere una rassicurazione in un tempo in cui il coronavirus ha di fatto “ucciso” l’economia italiana e milioni di lavoratori sono rimasti a casa tra riduzioni di stipendio e azzeramenti di fatturato: ma quelle parole sono servite solo a creare ancora più panico, con i pensionati che subìto sono scattati chiedendosi cosa sarebbe dunque successo dopo il mese di maggio e se i fondi per le pensioni sarebbero comunque stati garantiti o meno.

Ecco che – esattamente come avvenuto una settimana fa sul caso-caos Click Day per quanto riguarda il bonus ai lavoratori autonomi – il n.1 dell’Inps si vede costretto ad intervenire per correggere “il tiro” e spiegare bene cosa intendesse con quelle parole lasciate alle stampa. Anche perché le opposizioni già gridavano allo scandalo, con una nota dura della Lega che giusto ieri recitava «Non bastava il governo a seminare incertezze tra gli italiani, ora ci si mette anche il presidente dell’Inps Tridico. Dire che ci sono i soldi per le pensioni fino a maggio e poi si vedrà è un’affermazione gravissima che getta nel panico milioni di pensionati. In un momento difficile come questo non è il caso di allarmare ancora di più una nazione già fortemente martoriata dall’emergenza. Tridico, invece di andare in tv a seminare il panico, pensi invece ai milioni di lavoratori che sono in cassa integrazione e ai congedi parentali che la gente attende quanto prima per poter andare avanti. Faccia il presidente dell’Inps e non il politico».

TRIDICO “CORREGGE” IL TIRO SUL PAGAMENTO PENSIONI

Così si arriva all’intervista odierna al Sole 24 ore dove Pasquale Tridico afferma «Inps ha tutta la liquidità necessaria per le pensioni. In ogni caso può contare sui trasferimenti dello Stato. È bene dirlo in questo drammatico frangente per rassicurare il Paese. Il sistema di finanziamento a ripartizione, con i contributi versati che pagano le pensioni vigenti, è garantito in continuità dalla Tesoreria dello Stato anche quando c’ è una sospensione temporanea delle contribuzioni». Il tiro viene corretto, con il Presidente di estrazione M5s che aggiunge «noi per fortuna non siamo nelle condizioni di chiedere anticipazioni perché per i prossimi mesi contiamo di avere cassa sufficiente».

Dopo aver affrontato il tema dell’anticipo scelto dall’INPS per pagare le pensioni (da oggi il via all’erogazione, qui i dettagli) ecco che ancora Tridico chiarisce cosa avverrà alle pensioni in questo delicatissimo passaggio storico dell’Italia «l’emergenza sanitaria non determinerà alcun problema di liquidità per il pagamento delle pensioni e di tutte le prestazioni assolte da Inps. L’Istituto ha invece assicurato date in anticipo per l’incasso ai tanti anziani che ancora hanno l’abitudine di prelevarle in contante in Posta proprio per evitare situazioni di rischio contagio. Mentre per le imprese la richiesta della cassa integrazione sarà diretta con la clausola ‘Covid-19 nazionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA