Sondaggi Elezioni Usa 2020/ Biden al 52%, ma Trump è in recupero!

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi Elezioni Usa 2020, la sfida tra Donald Trump e Joe Biden è sempre più vicina: le rilevazioni di Fox “sorridono” al tycoon

sondaggi elezioni usa 2020
Trump e Biden con le rispettive mogli dopo il dibattito televisivo in Ohio (LaPresse)

È tempo di ultimi sondaggi sulle Elezioni Usa 2020 in vista della sfida tra Donald Trump e Joe Biden in programma tra pochi giorni, martedì 3 novembre 2020. È in corso il weekend finale di campagna elettorale e le rilevazioni di voto targate Fox riaccendono il match tra il presidente uscente e il candidato democratico. A differenza degli ultimi sondaggi, pensiamo alla media delle rilevazioni calcolata da Real Clear Politics o allo studio Cnn, il divario tra i due contendenti non è così netto come in un primo momento: Joe Biden è quotato al 52%, mentre Donald Trump si attesta al 44%. Rivali divisi da 8 punti percentuali, dato in calo rispetto al +10% di appena un mese fa. Queste ultime ore saranno decisive, dunque, senza dimenticare che hanno già votato 84 milioni di americani, di cui 30 milioni in presenza e 54 milioni per posta.

SONDAGGI ELEZIONI USA 2020, GLI ULTIMI DATI

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dei sondaggi sulle Elezioni Usa 2020 grazie alle rilevazioni di Pew Research che offrono spunti a dir poco interessanti. Un fattore che potrebbe incidere con forza è la tendenza degli elettori a votare in mondo coerente dalla stessa parte per il Congresso e per il Presidente. Pressochè prassi in Italia e in generale in Europa, questo dettaglio non è mai stato scontato negli Usa, considerando la natura federale degli States. I sondaggi evidenziano che solo il 10% opterà per una scelta diversa sulla scheda per il Presidente e su quella per la Camera dei rappresentanti. Entrando nel dettaglio, il 4% degli elettori voterà un repubblicano su una e un democratico su un’altra, mentre il 6% sceglierà uno split diverso. Un’altra ricerca di dell’istituto a stelle e strisce mette in risalto che sono gli elettori meno interessati alla campagna elettorale a optare per il voto disgiunto, per la precisione il 20%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA