Sondaggi politici/ Coronavirus: Zaia promosso dal 79%, staccato Bonaccini

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici ed emergenza coronavirus: per il 52% provvedimenti Governo Conte sono stati tardivi e insufficienti. Le ultime notizie.

sondaggi politici coronavirus
Luca Zaia, presidente del Veneto, e Attilio Fontana, presidente della Lombardia (LaPresse)

Intenzioni di voto ma non solo: i sondaggi politici di queste settimane sono spesso incentrati sull’emergenza coronavirus e sui suoi effetti sulla vita di tutti i giorni. Winpoll ha chiesto agli italiani un parere sull’azione dei governatori delle Regioni in questo periodo di crisi ed il gradimento più alto va ai presidenti del Nord. In vetta alla classifica troviamo Luca Zaia: il governatore del Veneto ha ottenuto il 79% dei giudizi positivi. Subito dietro troviamo il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini ed il presidente della Lombardia Attilio Fontana, rispettivamente con il 73 ed il 72%. Non entusiasmanti invece i dati per il Governo: secondo il 52% degli italiani le misure intraprese dall’esecutivo guidato da Giuseppe Conte sono state tardive e insufficienti. Il restante 48% giudica invece positivamente i provvedimenti del Cura Italia: dentro questo dato troviamo l’82% degli elettori del Partito Democratico ed il 78% degli elettori del Movimento 5 Stelle.

SONDAGGI POLITICI, I DATI SUL CORONAVIRUS

Continuiamo il nostro viaggio tra i sondaggi politici prendendo in considerazione le rilevazioni di Ipsos per Di Martedì sempre a proposito dell’emergenza coronavirus. Per l’87% degli intervistati il rischio di morire a causa del Covid-19 riguarda tutti, mentre per l’8% riguarda solo gli anziani; il restante 5% non sa o non indica. L’istituto di sondaggi ha poi chiesto agli intervistati se hanno pensato di essere stati contagiati anche senza aver avuto sintomi particolari: il 92% ha risposto di no, mentre il 4% ha risposto di sì; il restante 4% non sa o non indica. Passiamo adesso al rispetto delle misure restrittive imposte dalle autorità per contenere l’epidemia in base al sentiment degli italiani:l’83 per cento degli intervistati ritiene che i cittadini della zona in cui risiedono attualmente stanno rispettando le regole, mentre il 13% la pensa diversamente. Il 4% non sa o non indica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA