SONDAGGI POLITICI/ Coronavirus, il 71% giudica positivo l’operato del Governo

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici Ixé, le intenzioni di voto e l’emergenza coronavirus: il 75% ritiene giustificate le regole di restrizione. Le ultime notizie.

sondaggi politici
Gualtieri, Conte e Patuanelli (LaPresse)

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dei sondaggi politici e concentriamo la nostra attenzione sulle rilevazioni di Ipsos per Di Martedì. L’istituto guidato da Nando Pagnoncelli ha fatto il punto della situazione sull’emergenza coronavirus ed i dati parlano chiaro: la maggioranza degli italiani giudica positivamente l’operato del Governo per contrastare l’emergenza. Il 56% dà un giudizio abbastanza positivo sulla gestione dell’allarme, mentre il 15% promuove pienamente il Conte-Bis. Il 16% fornisce un giudizio abbastanza negativo, mentre il 7% un giudizio molto negativo. Il restante 6% non sa o non indica. Passiamo adesso alle misure e alle regole di restrizione decise per limitare il contagio: il 75% le ritiene giustificate, mentre il 17% le considera insufficienti. Solo il 4% le ritiene esagerate, mentre un altro 4% non sa o non indica. (Aggiornamento di MB)

SONDAGGI POLITICI: CROLLO LEGA AL 26,5%

Un dato sorprendente, il più basso tra tutti i sondaggi politici di questo periodo, che conferma da un lato la crisi della Lega e dall’altro che i dati Ixè rappresentano il punto demoscopico più basso a fronte di altri che invece danno quote maggiori per il partito di Salvini. Quel che è certo è che nel pieno dell’emergenza coronavirus, sono stravolti i rapporti “consueti” della politica che v’erano prima della pandemia: e così ci ritroviamo una Lega al suo punto più basso da oltre un anno a questa parte – 26,5% (in perdita dello 0,5% rispetto alla scorsa settimana) – e un Pd che invece si avvicina ulteriormente al 22,9% con un’altra crescita netta dello 0,4%. Dietro ai due partiti più grandi del Paese troviamo ancora il Movimento 5 Stelle che guadagna lo 0,2% e si riprende il 15,1% su scala nazionale: perde terreno invece Giorgia Meloni al 12,7% (era al 13% martedì scorso) certificando una crisi (per ora solo nei sondaggi) del Centrodestra su scala nazionale.

SONDAGGI IXÈ (24 MARZO): FIDUCIA LEADER AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Chi guadagna è invece Forza Italia che passa dal 6,6% al 7%, approfittando dei cali dei rispettivi alleati Salvini e Meloni: i sondaggi politici vedono poi una nuova discesa de La Sinistra-LeU, da 3,8% a 3,5% il 24 marzo mentre è sempre più in crisi il partito di Matteo Renzi Italia Viva, ferma al 2,2% e superata anche da +Europa al 2,6%. Verdi all’1,6%, Azione all’1,3% e Cambiamo Toti allo 0,7% concludono i sondaggi politici di Ixé per CartaBianca. Provando poi a tastare il polso degli italiani in merito ai principali leader che stanno gestendo questa complessa fase politica e sociale del nostro Paese, stravolto dall’epidemia di coronavirus, il Premier Conte rinsalda la fiducia nell’elettorato con il 51% degli italiani che confermerebbero il suo operato. Appena dietro troviamo Giorgia Meloni al 36%, Matteo Salvini al 32% in calo, Nicola Zingaretti del Pd al 31%, Luigi Di Maio del M5s al 23%, Silvio Berlusconi al 21% e Matteo Renzi al 13%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA