Sondaggi politici/ FdI sale al 22,4%, Pd stabile al 21,7%. Lega in calo

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici e intenzioni di voto, i dati sulla crisi in Ucraina: il 57 per cento degli italiani a favore di un esercito europeo

sondaggi politici
Guido Crosetto e Giorgia Meloni, FdI (LaPresse, 2021)

Dopo aver analizzato i dati di Termometro Politico, è tempo di andare a scoprire i nuovi sondaggi politici di Tecnè per l’agenzia Dire sulle intenzioni di voto degli italiani. In vetta alla classifica di gradimento troviamo Fratelli d’Italia: il partito di Giorgia Meloni continua a macinare consensi e guadagna lo 0,3%, piazzandosi al 22,4%. Nessuna novità degna di nota invece per il Partito Democratico: i dem di Enrico Letta sono stabili al 21,7%.

I sondaggi politici di Tecnè per l’agenzia Dire segnalano il calo della Lega: il Carroccio di Matteo Salvini passa dal 15,4% al 15,2%. Il Movimento 5 Stelle in rialzo: i pentastellati di Giuseppe Conte sono quotati al 13,1$, +0,2% rispetto alla precedente rilevazione. Stabile Forza Italia: gli azzurri di Silvio Berlusconi si attestano al 10,7%. La federazione Azione/+Europa sale al 4,5% (+0,1%), mentre Italexit con Paragone si piazza al 2,1% (-0,1%). Infine troviamo Italia Viva di Matteo Renzi al 2% (-0,1%), Europa Verde al 2% (-0,1%) e Sinistra Italiana all’1,9% (-0,1%).

SONDAGGI POLITICI: I DATI DI DEMOS

Passiamo adesso ai sondaggi politici di Demos legati in qualche modo alla crisi in Ucraina. Il celebre istituto ha chiesto agli italiani un giudizio sulla possibile formazione di un esercito europeo. Entrando nel dettaglio, il 57 per cento degli intervistati si dice favorevole. Il 39 per cento, invece, è contrario. Il restante 4 per cento ha preferito non rispondere al quesito. I più favorevoli all’ipotesi sono gli elettori del Partito Democratico (75%), i più freddi invece sono gli elettori di Fratelli d’Italia (47%).

I sondaggi politici di Demos hanno poi chiesto un giudizio sul pacifismo: per tre italiani su quattro non ha colore politico. Entrando nel dettaglio della rilevazione, per il 75% il pacifismo non è né di destra né di sinistra, ma ha un valore universale. Per il 12% il pacifismo è prevalentemente di sinistra, mentre per il 7% è prevalentemente di destra.







© RIPRODUZIONE RISERVATA