Sondaggi politici/ Lega 37%, crisi Governo non conviene al M5s: e su Russiagate..

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici, intenzioni di voto e crisi di Governo “rinviata”: Lega al 37%, al M5s non convengono le Elezioni anticipate. Sul Russiagate..

ultime notizie
Matteo Salvini, sede Lega via Bellerio (LaPresse, 2019)

I sondaggi politici raccolti da Carlo Buttaroni – Presidente di Tecnè – e presentati nel nostro articolo di approfondimento raccontano di un Governo alle prese con la crisi “rimandata” ma sempre latente per possibili stravolgimenti ancora nei prossimi giorni/settimane. La Lega nonostante il caos di Russiagate, nomine Ue e possibile crisi di Governo resta saldamente al comando con il 37% dei consensi, anche se resta una faccenda “seria” quella dei presunti fondi sull’asse Russia-Carroccio per il 58%. La crisi di Governo di sicuro non sarebbe un toccasana per i 5Stelle che ad oggi valgono il 17% e rimarrebbero inglobati da un possibile ritorno alle Elezioni Politiche; interessante invece quanto riferito da Buttaroni in merito all’alleanza possibile tra M5s e Partito Democratico «il Pd è ancora a geometria variabile, è una galassia che deve trovare la sua forma, non ha una forma solida, è ancora allo stato liquido. Su questo Zingaretti deve fare ancora un pezzo di strada. Un governo con i 5 Stelle avrebbe alcune affinità, ma ci sono in ballo provvedimenti che non sarebbero facili da applicare, ad esempio la legge di stabilità. Non sarebbe facile perché la capienza della spesa corrente è di molto superata. Se riescono a mettere in campo un’alleanza con una forte impronta riformista il Pd può gonfiare le vele dei consensi, altrimenti il venticello che Zingaretti è riuscito a smuovere rischia di indebolirsi».

EUMETRA (15 LUGLIO): 60% DEGLI ELETTORI CON SALVINI CONTRO LE ONG

Ad oggi per Buttaroni il Pd vale solo il 23,6%, mentre Forza Italia non va oltre l’8%: di tutt’altro avviso sono invece i sondaggi politici stilati da Eumetra il Gruppo Mediaset e che fissano l’attenzione sul tema mai domo delle Ong. Ieri Carola Rackete è stata interrogata da persona libera ad Agrigento e il caso Sea Watch 3 si è “riaperto” a livello mediatico con le ultime dichiarazioni anti-capitana del Ministro Salvini. Alla domanda posta dal sondaggio di Eumetra – «Si discute molto in questi giorni delle questioni dei migranti dall’Africa e del ruolo delle Ong (organizzazioni non governative) che spesso li trasportano sulle loro navi. Sulle Ong ci sono giudizi diversi. Alcuni sostengono che svolgono una attività meritevole, altri che in realtà sfruttano i migranti per una loro battaglia politica. Lei cosa ne pensa? Secondo lei, come dicono alcuni, le Ong sfruttano i migranti per una loro battaglia politica?» – le risposte sono eloquenti e vedono “svettare” ancora il consenso della Lega. Il 60% ritiene che in effetti le Ong sfruttino l’emergenza migranti per una battaglia politica più ampia, mentre il 21% confida della buona volontà delle varie Mediterranea, Saea Watch3, Open Arms eccetera…



© RIPRODUZIONE RISERVATA