Sondaggi politici/ Lega sale al 24,6%, FdI “stacca” il M5s. 62% non vuole lockdown

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici, il Carroccio di Matteo Salvini torna a crescere, mentre il Pd resta fermo al 20,9%. In rialzo Renzi e Calenda.

sondaggi politici
Matteo Salvini e Giorgia Meloni (LaPresse, 2019)

Come ogni venerdì andiamo a conoscere i sondaggi politici e lo facciamo con la Supermedia elaborata da YouTrend per Agi. Non mancano le novità rispetto all’ultima rilevazione, anche se non cambia nulla in vetta alla classifica: la Lega si conferma primo partito d’Italia con il 24,6%, +0,3% rispetto a due settimane fa. Nessun cambiamento per il Partito Democratico, fermo al 20,9%, mentre in terza posizione troviamo ancora Fratelli d’Italia: il partito di Giorgia Meloni si attesta al 16,1%, +0,1% rispetto alla precedente rilevazione. Nuovo brusco calo per il Movimento 5 Stelle: i grillini perdono lo 0,9% e sono quotati al 15%. Lieve passo indietro per Forza Italia, oggi al 6,5% (-0,1%), mentre i partiti minori di Centrosinistra sono in crescita: Italia Viva al 3,2% (+0,2%), Azione al 3,1% (+0,2%) e La Sinistra al 3,1% (+0,2%). +Europa resta fermo all’1,8%, esattamente come i Verdi all’1,6%.

SONDAGGI POLITICI: 61,9% NON VUOLE IL LOCKDOWN

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dei sondaggi politici e concentriamo la nostra attenzione sui dati di Euromedia Research per Porta a Porta. L’istituto ha fatto il punto della situazione sulle recenti misure adottate per contrastare l’emergenza coronavirus e la maggioranza degli intervistati, il 67,6%, ha dichiarato di essere d’accordo con la chiusura dei locali alle ore 24. Contrario invece il 24,4%. Percentuali abbastanza simili anche per quanto riguarda il limite massimo di sei persone per tavolo nei ristoranti: 66,7% favorevole alla misura e 24,1% contrario. Per quanto riguarda le palestre, che conosceranno il loro futuro a breve, il 53,6% degli italiani è per la chiusura, mentre il 32,2% ritiene che debbano restare aperte. Discorso diverso per quanto riguarda il possibile nuovo lockdown, ventilato soprattutto nelle ultime ore: il 61,9% prefererirebbe continuare a seguire tutte le norme restrittive – anche fino a primavera – per evitare una chiusura totale. Il 27,2% è invece favorevole a un lockdown di qualche settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA