Sondaggi politici/ Lega scende al 23,5%, male anche il Pd. M5s -1,8%

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici e intenzioni di voto al 3 dicembre 2020: buone notizie per Fratelli d’Italia e Forza Italia. Natale: solo 21% per allentamento

sondaggi politici
Matteo Salvini al Parlamento Ue (LaPresse, 2019)

I sondaggi politici Demoskopea riportano interessanti novità per quanto riguarda le dinamiche tra i principali partiti. In cima alla classifica troviamo ancora la Lega di Matteo Salvini: il Carroccio è quotato al 23,5%, in calo dell’1% rispetto alla precedente rilevazione. Non se la passa meglio il Partito Democratico: i dem di Nicola Zingaretti perdono lo 0,5% e sono quotati al 20%. Buone notizie per Fratelli d’Italia, che continua il suo percorso di crescita: +1,1%, FdI al 17,5%. Flop per il Movimento 5 Stelle: i grillini perdono ben 1,8% e precipitano al 14,2%. Bene Forza Italia: gli azzurri di Silvio Berlusconi passano dal 6% al 6,7%. Tra i partiti minori di Centrosinistra osserviamo un’importante crescita di Azione (+0,5%) e +Europa (+1,2%), entrambi al 3,5%. Italia Viva di Matteo Renzi è stabile al 3%, stessa percentuale di Sinistra Italiana, che però segna un -0,2%. Infine, troviamo i Verdi al 2%, in calo dello 0,1%. Da non sottovalutare la percentuale di indecisi e astenuti, quotata al 38,2%.

SONDAGGI POLITICI: I DATI SUL NATALE

Proseguiamo il nostro viaggio nel mondo dei sondaggi politici grazie ai dati di SWG per il Natale. In attesa delle decisioni definitive del Governo sul periodo natalizio, cosa ne pensano gli italiani? Per il 21% l’esecutivo dovrebbe allentare le misure restrittive per consentire almeno in parte di fare acquisti e alle famiglie di unirsi. Per il 44%, la maggioranza relativa degli intervistati, dovrebbe mantenere le misure attuali finchè la situazione epidemiologica non migliori sensibilmente, mentre il 29% dovrebbe imporre misure ancora più restrittive perché il periodo natalizio comporta rischi elevati. Per quanto riguarda i pranzi e le cene di Natale, il 46% ha dichiarato che li farà solo con i membri della famiglia con cui convive, mentre il 30% con una cerchia più ristretta rispetto al solito. Il 15% eviterà del tutto pranzi e cene, mentre solo il 4% farà pranzi e cene con molti parenti e amici come gli altri anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA