Sondaggi politici/ Proiezione seggi: Centrodestra “annichilisce” Pd-M5s, boom Lega

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici dopo crisi di Governo: la Lega vola, tiene botta il Pd e crolla il M5s. Carroccio e FdI, 358 seggi alla Camera in caso di elezioni.

sondaggi politici
Salvini e Conte alla presentazione del Sicurezza bis (LaPresse, 2019)
Pubblicità

Sondaggi politici elettorali più importanti che mai in questa fase di crisi di Governo. Vi abbiamo presentato le proiezioni dei seggi formulate da Ipsos per il Corriere della Sera, stime che “premiano” l’asse sovranista formato da Lega e Fratelli d’Italia. Un dato che appare evidente è la forza che avrebbe il Centrodestra unito: insieme a Forza Italia, la coalizione arriverebbe a 413 seggi. Opposizione annichilita, con Movimento 5 Stelle e Partito Democratico lontani anni luce da quei numeri. Il Centrosinistra unito avrebbe appena un seggio in più rispetto quelli attuali, da 114 a 115 nonostante la crescita del Partito Democratico. Molto dipende dalla volontà della Lega, che in prima battuta ha annunciato di voler correre da sola ma che poi ha corretto il tiro. Difficile, al momento, ipotizzare un ritorno al passato: Silvio Berlusconi sembra ormai “lontano” da un accordo con Salvini e Meloni. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Pubblicità

SONDAGGI POLITICI, IL VOTO UTILE…

I sondaggi politici all’indomani dell’apertura della crisi di governo si interrogano sui possibili scenari in Parlamento che deriveranno dalle future alleanze in vista del voto. Il pallino resta al momento nelle mani di Matteo Salvini, chiamato a decidere se correre o meno da solo. Secondo lo scenario elaborato da YouTrend in collaborazione con l’AGI, la Lega forte del 36,8% dei consensi secondo l’ultima Supermedia non sarebbe autosufficiente per governare. Il Carroccio conquisterebbe infatti 283 seggi alla Camera, dove il magic number è fissato a quota 316, e 143 seggi al Senato, dove invece la maggioranza è posta a quota 161. Ecco che a quel punto in soccorso potrebbero arrivare i 62 deputati e 31 senatori eletti in Forza Italia e Fratelli d’Italia. Certo resta un’incognita, che è quella che Salvini è tentato di esplorare: una Lega che corre da sola potrebbe rosicchiare voti ai due potenziali alleati in nome del “voto utile” ottenendo così la maggioranza in autosufficienza? (agg. di Dario D’Angelo)

Pubblicità

SONDAGGI POLITICI OGGI: LEGA TRA IL 37 E IL 40%

Con la crisi di Governo è sempre più in voga l’ipotesi elezioni anticipate, per questo motivo i sondaggi politici elettorali sono più importanti che mai. Come vi abbiamo riportato, la Lega di Matteo Salvini è saldamente al primo partito: a confermarlo è il sondaggio effettuato dall’istituto di Renato Mannheimer per Affaritaliani, che stima il Carroccio tra il 37 ed il 40 per cento. Segue il Partito Democratico che, dopo le Europee, continua la risalita dopo la batosta delle Politiche del 4 marzo 2018: i dem sono quotati tra il 24 ed il 25 per cento in caso di ritorno alle urne. Distanti dalla Lega ma nettamente sopra il Movimento 5 Stelle, la cui crisi sembra inarrestabile: il Movimento guidato da Luigi Di Maio potrebbe passare dal 17 ad una percentuale tra il 13 ed il 15 per cento. Possibile, secondo l’Istituto, il sorpasso di Giorgia Meloni su Silvio Berlusconi: Fratelli d’Italia è stimata 7 e l’8 per cento, Forza Italia tra il 6 e l’8.

SONDAGGI POLITICI ELETTORALI, I SEGGI ALLA CAMERA

Le proiezioni Ipsos per il Corriere della Sera delineano un primo scenario in caso di elezioni anticipate: la nuova Camera avrebbe una maggioranza sovranista. Si tratterebbe infatti di un Parlamento molto diverso rispetto a quello attuale, con la Lega di Matteo Salvini che prenderebbe più del doppio dei seggi attuali: il Carroccio passerebbe dagli attuali 125 seggi a 297, ad un passo “dall’autosufficienza”. E il contributo di Fratelli d’Italia, altro partito in crescita, potrebbe fare la differenza: Lega e Fratelli d’Italia alla Camera toccherebbero quota 358 seggi. Il sondaggio Ipsos evidenzia inoltre che con Forza Italia l’asse sovranista raggiungerebbe quota 413. In crescita il Partito Democratico, passando dagli attuali 114 deputati (con +Europa) a 135, mentre il Movimento 5 Stelle farebbe i conti con una debacle incredibile: i grillini passerebbero dagli attuali 216 seggi a 122.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità