Sondaggi politici/ Per 50% governo sta agendo bene. Vaccini: 47% promuove Figliuolo

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici e intenzioni di voto, i dati sul vaccino Astrazeneca: il 36% direbbe di no al farmaco della multinazionale anglo-svedese

sondaggi politici
Premier Mario Draghi al Consiglio Europeo (LaPresse, 2021)

Dopo aver analizzato le intenzioni di voto con i dati di SWG per Tg La7, è tempo di andare a scoprire i sondaggi politici di Ipsos per Di Martedì. L’istituto guidato da Nando Pagnoncelli ha chiesto agli italiani un giudizio sul governo Draghi: per il 50% sta agendo bene, altrimenti staremmo peggio. Per il 38% invece è troppo concentrato sulle chiusure e sta esagerando. Il restante 12% non ha risposto al quesito.

I sondaggi politici di Ipsos hanno poi chiesto un giudizio agli intervistati sull’arrivo del generale Figliuolo alla guida della campagna di vaccinazioni. Per il 47% l’avvento del militare al posto di Domenico Arcuri ha portato dei benefici, mentre il 33% è del parere contrario. Il restante 20% ha preferito non rispondere.

SONDAGGI POLITICI: I DATI SUI VACCINI

I sondaggi politici di Ipsos hanno ulteriormente acceso i riflettori sui vaccini anti-Covid chiedendo un giudizio dagli intervistati sul piano di vaccinazioni in corso. E non arrivano delle buone notizie per il governo: il 56% non è soddisfatto di come sta procedendo il piano, mentre il 34% è del parere opposto. Il restante 10% non sa o non indica. Passiamo adesso ai sondaggi di Emg Acqua per Cartabianca, che si sono soffermati su uno dei dossier più scottanti delle ultime settimane: il vaccino Astrazeneca. Ebbene: il 41% dichiara di accettare di essere vaccinato con il farmaco della multinazionale anglo-svedese, mentre il 36% no. Il 23% ha preferito non rispondere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA