Sondaggi politici/ Riaperture: 62% condivide la linea di Speranza, su Draghi…

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici e intenzioni di voto: il 46% appoggia le riaperture, mentre per un altro 46% si rischia ancora troppo e bisognava aspettare

ordinanza speranza
Roberto Speranza, Ministro della Salute (LaPresse, 2021)

Dopo aver analizzato le intenzioni di voto grazie ai dati di Swg, andiamo a scoprire i nuovi sondaggi politici di Ipsos per Di Martedì. L’istituto di Nando Pagnoncelli ha fatto il punto della situazione sulla pandemia e sulla gestione da parte del governo. Il 62% degli intervistati sostiene il ministro Speranza: il titolare della Salute ha la linea che serve in questo momento. Per il 29% ha una linea troppo rigida, mentre il restante 9% ha preferito non rispondere.

Riflettori accesi sulle riaperture nei sondaggi politici di Ipsos, gli italiani sono divisi: per il 46% era ora, considerando che adesso siamo più sicuri, mentre per un altro 46% si rischia ancora troppo e bisognava aspettare. Il restante 8% non sa o non indica.

SONDAGGI POLITICI: I DATI DI IPSOS

Continuiamo la nostra analisi dei sondaggi politici di Ipsos per Di Martedì e andiamo a scoprire cosa pensano gli italiani del premier Mario Draghi e della sua gestione della pandemia: per il 53% sta mostrando di sapere gestire la situazione, mentre per il 38% è un po’ impacciato e non gestisce bene l’emergenza. Il restante 9% ha preferito non rispondere. Le rilevazioni di Pagnoncelli hanno poi toccato il tema vaccini anti-Covid, in particolare quale tipo di farmaco utilizzerebbero gli italiani se potessero scegliere: il 27% ha risposto Pfizer, mentre il 9% Moderna. Poi troviamo Sputnik al 3%, Astrazeneca e Johnson & Johnson entrambi al 2%. Il 27% utilizzerebbe qualsiasi vaccino di questi, mentre l’11% non si farebbe vaccinare. Infine, l’1% opterebbe per un vaccino cinese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA