SONDAGGI POLITICI/ Centrodestra supera quota 50%, Renzi crolla al 2,9%

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici, intenzioni di voto: Lega al 29%, Pd al 21,8%, Meloni supera M5s, Forza Italia tiene lontano Renzi. Più del 62% degli italiani boccia il Governo Conte

decreto cura italia
Vertice Governo Conte (LaPresse)
Pubblicità

Gli ultimi sondaggi politici di Tecnè per l’Agenzia Dire disegnano uno scenario ben preciso sulla situazione attuale in Italia, alle prese con l’emergenza coronavirus da più di un mese. Il Centrodestra si conferma prima forza del Paese con il 50,3%, coalizione trainata da Lega e Fratelli d’Italia, senza però dimenticare il fondamentale sostegno degli azzurri di Silvio Berlusconi. In flessione l’alleanza di Governo composta da Pd e M5s, che insieme arrivano al 34,5%. Brutte notizie per un altro alleato come Italia Viva: il partito di Matteo Renzi è in calo ormai da settimane e, secondo l’ultima rilevazione del noto istituto, è sceso al 2,9%. Da non sottovalutare il dato degli astenuti/incerti, un bacino che supera il 45%: quando sarà terminata l’emergenza Covid-19, la campagna elettorale sarà puntata molto su di loro… (Aggiornamento di MB)

SONDAGGI POLITICI: LEGA AL 29%, FDI SCAVALCA M5S

Nei sondaggi politici condotti da Tecné per l’Agenzia Dire si scorge una lieve distanza di quasi tutti i partiti politici rispetto alla scorsa settimana: la crisi da coronavirus prende il 100% dei dibattiti-scontri-dialoghi-novità della politica, facendo perdere “peso” ai leader (tranne che al Premier Conte che tra Decreti e conferenze stampa è sempre in prima linea) e favorendo invece una tentata “cabina di regia allargata” per coinvolgere tutti, Governo e opposizione, nel ricostruire l’economia italiana sotterrata dall’emergenza sanitaria.

Pubblicità

Ebbene, nei dati raccolti da Tecné lo scorso 3 aprile scorgiamo un recupero anche se minimo della Lega (dal 28.9% al 29%) mentre a perdere è il Pd con -0,2% su base nazionale che mantiene comunque Zingaretti e Franceschini al 21,85 saldamente davanti ai due “inseguitori”. Resta immutata la situazione con Fratelli d’Italia che stabilmente ormai ha superato il Movimento 5 Stelle (14,4% contro il 13,7%), con la Meloni che guadagna in una settimana ancora lo 0,2% mentre Di Maio “solo” lo 0,1%. Tiene invece sostanzialmente bene Forza Italia, non più ai fasti di un tempo ma ormai stabile terza “gamba” del Centrodestra con il 6,9% dei sondaggi nazionali.

Pubblicità

SONDAGGI TECNÈ (3 APRILE): LA FIDUCIA NEL GOVERNO SALE, MA..

A chiudere le intenzioni di voto raccolte dai sondaggi politici Tecné ci pensa poi Italia Viva di Matteo Renzi (che non va oltre il 2,9%, perdendo ancora lo 0,2% rispetto al 27 marzo scorso), appena davanti alla Sinistra al 2,7% (+0,1%). Infine, Verdi all’1,8%, Azione Calenda all’1,6% e +Europa all’1,6% concludono la lista mostrando come al 3 aprile l’astensione-incerti sul voto sono ancora il 45,6% degli intervistati nel sondaggio Tecné. Tanto importante quanto i dati elettorali è il giudizio che costantemente si aggiorna negli italiani in merito all’operato del Governo Conte-2 davanti alla crisi economico-sanitaria generata dalla pandemia Covid-19.

Ebbene, sempre secondo i sondaggi Agenzia Dire, si può scorgere un dato piuttosto anomalo: in una settimana è cresciuta sia la fiducia nell’esecutivo che la sua opposta sfiducia. Come possibile? Semplice, gli italiani “senza opinione” in una settimana sono passati dal’9,2% al 6,7% con presa di posizione sia tra gli anti-Conte che tra i suoi supporters. I dati mostrano infine come ad oggi il 31% degli intervistati appoggi le scelte economiche e socio-sanitarie contro il coronavirus, mentre il 62,3% degli italiani si dimostra tutt’altro che concorde con la linea di azione presa dal Premier Conte e dal Consiglio dei Ministri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità