Sondaggi politici/ Ucraina: 85% preoccupato. Per 48% arriverà soluzione diplomatica

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici e intenzioni di voto, i dati di Emg sulla guerra Mosca-Kiev: per il 12% conflitto si concluderà con la vittoria di una delle due parti

sondaggi politici
Guerra Ucraina, assedio all'acciaieria Azovstal di Mariupol (LaPresse, 2022)

Gli italiani sono preoccupati per la situazione tra Russia e Ucraina. La guerra va avanti da oltre tre mesi e i sondaggi politici di Emg per Agorà confermano che c’è grande timore per i possibili sviluppi futuri. L’evoluzione di questi giorni della crisi tra Mosca e Kiev mette in apprensione l’85% degli intervistati, +1% rispetto a sette giorni fa. In netto calo il dato di chi non è preoccupato: dall’11% all’8%. Infine, il restante 7% ha preferito non rispondere.

I sondaggi politici di Emg hanno poi analizzato i possibili risvolti della guerra in corso. Per il 48% degli intervistati si arriverà ad una soluzione diplomatica: +4% rispetto alla precedente rilevazione. Solo per il 12% (-2%) si arriverà ad una vittoria militare di una delle due parti, mentre il 40% non sa o non indica. L’istituto ha poi valutato la fiducia nei confronti del governo guidato da Mario Draghi: il 48% ha un giudizio positivo, mentre il 47% ha un giudizio negativo. Nessun parere da parte del restante 5%.

SONDAGGI POLITICI: LE INTENZIONI DI VOTO

Passiamo adesso ai sondaggi politici dell’Istituto Demopolis sulle intenzioni di voto degli italiani. Per il primato è una corsa a due tra Fratelli d’Italia e Partito Democratico: il partito di Giorgia Meloni si attesta al 22%, mentre i dem di Enrico Letta seguono al 21,2%. Terzo posto per la Lega di Matteo Salvini: il Carroccio è quotato al 16,5%. Il Movimento 5 Stelle di Giuseppe Conte non va oltre il 13%, mentre Forza Italia è data all’8%. La federazione formata da Azione e +Europa è stimata al 4,2%, mentre Italia Viva arranca: il partito di Matteo Renzi si attesta al 2,1%. Sia Italexit con Paragone che Sinistra Italiana sono quotati al 2%, mentre in fondo alla classifica troviamo Articolo 1 – Mdp e Verdi, rispettivamente all’1,8% e all’1,5%. I sondaggi politici di Demopolis hanno poi valutato la possibile affluenza al referendum sulla giustizia: il 56% degli intervistati non si recherà alle urne, sì da un italiano su tre. Il restante 14% non sa ancora.







© RIPRODUZIONE RISERVATA