Sondaggi politici verso Regionali 2020/ Per 32% sarà 4-2 Cdx. Vaccini, 26% ‘no Vax’

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici verso Elezioni Regionali 2020: dati pre-silenzio, Centrodestra verso il 4.2. Vaccini, il 26% “no vax” su Covid e influenzale

Salvini e Zingaretti
Pd vs Lega: Matteo Salvini e Nicola Zingaretti (LaPresse)

Mentre tra due giorni la politica si “fermerà” per l’election day Referendum, Regionali, Comunali e Suppletive, non si fermano i sondaggi politici sull’attualità della pandemia Covid-19: sul tema dei vaccini in vista dell’autunno, i sondaggi Swg 9-11 settembre rilevano come solo il 50% ad oggi si farebbe inoculare il farmaco anti-coronavirus, il 4% in meno rispetto a 7 giorni fa. Conta tanto lo “stop” momentaneo patito dal vaccino europeo AstraZeneca – per effetti collaterale su un paziente volontario – che ha riacceso la polemica tra “no Vax” e favorevoli all’evoluzione scientifica. Il 15% preferisce non rispondere mentre il 35% al momento non sembra intenzionato a vaccinarsi: i motivi sono molteplici ma per i sondaggi Swg riguardano soprattutto un vaccino non sufficientemente sperimentato (il 65%), gli effetti collaterali (51%) e l’inefficacia del vaccino (24%), pienamente no vax si schierano solo il 14% di coloro che affermano di non volersi vaccinare nei prossimi mesi. Alla domanda su quali vaccini si sottoporrebbero tra Covid e influenzale, il 36% degli intervistati li sceglie entrambi, il 14% solo quello anti-Covid, il 12% solo quello antinfluenzale e il 26% si dice “no vax” su entrambi i prodotti in commercio nei prossimi mesi.

SONDAGGI 3 SETTEMBRE SU REGIONALI 2020: CDX VERSO IL 4-2

Inevitabile un ulteriore focus finale sulla situazione politica attuale, alla vigilia delle Elezioni Regionali: stante l’impossibilità di pubblicare nuovi sondaggi politici dopo il silenzio elettorale, ci limitiamo a riassumere la situazione dei pronostici prima del 4 settembre scorso. Nel sondaggio di Termometro Politico a Coffee Break-La7 del 3 settembre si chiedeva un parere sui risultati finali delle votazioni: ebbene, per il 5,9% le elezioni del 20-21 settembre vedranno il Centrodestra trionfare 6-0 con dunque “cappotto” al Governo in Veneto, Liguria, Marche, Puglia, Toscana, Campania. Il 24,6% ritiene più probabile un 5-1 finale (sconfitta solo in Campania), mentre la maggioranza – il 32,1% – propende per un 4-2 in favore del Centrodestra (probabili sconfitte in Campania e una tra Puglia o Toscana); il 16,1% ritiene probabile un pareggio 3-3, il 6,1% pronostica 4-2 per il Centrosinistra mentre solo lo 0,8% si “divide” su 5-1 e 6-0 in favore del Pd. Infine, il 4,5% dei sondaggi politici Termometro del 3 settembre scorso ritengono probabile che il M5s vincerà da solo in almeno una delle 6 Regioni al voto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA