SONDAGGI USA, PRIMARIE DEM 2020/ Sanders +10% su Biden, ma in Sud Carolina..

- Niccolò Magnani

Sondaggi Primarie Usa 2020, la corsa alla nomination Dem: Sanders al 30%, +19% su Bloomberg. Sud Carolina, Biden in vantaggio

Primarie Usa 2020
Primarie Usa, dibattito Dem: Bloomberg, Buttigieg, Warren, Sanders, Biden, Klobuchar e Steyer (LaPresse)

A 6 giorni dalle Primarie in Sud Carolina, la situazione in casa Dem è tutt’altro che “chiara”: gli ultimi sondaggi nazionali sulla nomination dei Democratici conferma l’attuale leadership di Bernie Sanders su tutti gli altri candidati, mentre quelli nella Carolina del Sud vedono tornare in testa Joe Biden anche grazie al voto degli afroamericani. In attesa di scoprire quanto siano “reali” le previsioni a riscontro con i risultati delle Primarie Usa, ecco gli ultimissimi numeri: nel sondaggio YouGov per l’Economist il senatore del Vermont spinge la sua candidatura al 30% di consensi, con Biden al 20% e Bloomberg addirittura relegato all’11%. Meglio dell’ex sindaco miliardario fa Elizabeth Warren al 14%, complice anche il buon successo negli ultimi dibattiti tv pre-South Carolina. Chiudono i sondaggi di YouGov Buttigieg al 9%, Klobuchar e Gabbard al 4%, Steyer all’1%. Nei sondaggi invece stilati da Clemson per lo stato prossimo alle Primarie qui troviamo un vantaggio di 18 punti tra Biden e Sanders: meglio dell’anziano senatore (al 13%) farebbe Steyer al 17% mentre Warren e Buttigieg inseguono all’8%.

DEM, TUTTI CONTRO SANDERS

In attesa delle Primarie Usa 2020 in South Carolina il prossimo 29 febbraio e del Super Tuesday del 3 marzo con ben 15 Stati al voto, gli ultimi sondaggi americani in merito alla corsa per la candidatura Dem vedono una situazione piuttosto “cristallizzata”. Tutti contro Bernie Sanders, esattamente come si è visto nell’ultimo dibattito Tv nella notte tra i principali candidati Democratici per le prossime Primarie: Biden, Bloomberg, Buttigieg, Warren, Klobuchar e Steyer, tutti contro il favorito attuale per la sfida a Donald Trump verso le Presidenziali di autunno 2020. Le divisioni sono state diverse e il risultato è stato un mezzo caos dove tutti cercavano di attaccare e mettere in difficoltà Sanders rivelando però profonde spaccature all’interno della stessa compagine Dem, con evidente “sorriso” per il Presidente Trump che non ha fatto a meno di farlo notare nei consueti tweet di commento. Secondo gli ultimi sondaggi stilati da HarrisX per The Hill, il senatore del Vermont si trova ancora in vantaggio per la nomination Dem verso la Casa Bianca con il 28% dei consensi tra gli americani Democratici. Dietro troviamo staccato di 9 lunghezze l’ex sindaco di NY Michael Bloomberg, appena davanti all’ex vice di Obama, Joe Biden al 17%.

SONDAGGI PRIMARIE USA VERSO IL SUPER TUESDAY

“Mayor” Pete Buttigieg non riesce a risalire nei sondaggi dopo le prime ottime performance nelle Primarie e si ferma al 12%, appena davanti alla “seconda” candidata progressista dopo Sanders, ovvero Elizabeth Warren. Chiudono i sondaggi Dem anche Amy Klobuchar al 3% e Tom Steyer sempre al 3%. Come ricorda il focus della Stampa, sabato si vota in South Carolina «dove Biden conta di ottenere la sua prima vittoria grazie agli elettori afro americani». Se però non dovesse accadere, allora già dal Super Tuesday Bernie Sanders potrà consolidare se non ipotecare la vittoria finale sbaragliando gli avversari. Gli ultimi sondaggi prodotti da Marist per la Nbc News sul Sud Carolina vedono l’ex vicepresidente Usa al 27% dei consensi, +4% su Sanders e più 12% su Steyer. Restano poi al 9% Buttigieg, all’8% la Warren e al 5% con la senatrice Amy Klobuchar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA