Sorella di Courtois attacca Spinazzola/ Sui social: “Ha simulato”, poi le scuse

- Michela Colombo

Sorella di Courtois attacca  Spinazzola durante Belgio Italia sui social: “Ha simulato”. Poi Valerie cancella la stories e chiede scusa.

spinazzola barella italia lapesse 2021 640x300
Spinazzola esce dal campo in barella durante Belgio Italia (LaPresse)

Sono passati ormai diversi giorni dalla sfida per i quarti di finale di Euro 2020 tra Italia e Belgio, ma sui social la polemica è sempre rovente. A scatenarla poi in questi giorni è stato il post sui social di Valerie Courtois, sorella del portiere del Real Madrid e della nazionale dei Diavoli Rossi, in cui accusa Leonardo Spinazzola di aver simulato il grave infortunio, occorso proprio durante la sfida per i quarti di finale. Proprio durante l’incontro, la sorella di Courtois, presente allo stadio aveva pubblicato su Instagram una stories inquadrando il terziano azzurro a terra, con l’aggiunta della frase “Noi li chiamiamo trucchi del mestiere”. Un commento di cattivo gusto su cui ovviamente Valerie ha avuto fare marcia indietro, non appena scoperta la reale gravità dell’infortunio del giocatore, che giusto in questi giorni si è sottoposto a intervento chirurgico in Finlandia per la ricostruzione del tendine d’Achille.

VALERIE COURTOIS ATTACCA SPINAZZOLA: POI LE SCUSE SOCIAL

Dunque nuova bufera social su Valerie Courtois, sorella del famoso portiere, che dopo le accuse contro Spinazzola in occasione di Belgio Italia, ha cancellato la stories “incriminata” e pubblicamente chiesto scusa, anche allo stesso giocatore. Tramite il proprio profilo Instagram la ragazza si è detta dispiaciuta dell’accaduto, una volta appresa la gravità dell’infortunio di Spinazzola (che rimarrà fermo ai box per almeno sei mesi), augurando allo stesso giocatore (di cui ha però storpiato il cognome) una pronta guarigione. Nel dettaglio Valerie Courtois ha scritto: “Mi dispiace tanto che Spinazolla (errore della stessa Valerie, ndr) si sia infortunato… Mi scuso per la mia reazione a caldo e gli auguro una veloce guarigione”. Ma queste basteranno per placare la furia dei tifosi italiani?



© RIPRODUZIONE RISERVATA