Sorelle per sempre, storia vera di Caterina e Melissa/ Scambio culla? “Colpa tutine”

- Emanuela Longo

La storia vera del film “Sorelle per sempre”: Caterina e Melissa, scambiate nella culla in ospedale dopo la nascita. Oggi vivono in una famiglia allargata

caterina melissa sorelle per sempre 640x300
Caterina e Melissa, Sorelle per sempre

Sorelle per sempre, il film di Rai1 racconta la storia vera di Caterina e Melissa scambiate in culla appena nate. Una storia di vita, che si è poi trasformato in un incubo per le due ragazzine e le rispettive famiglie coinvolte. L’amara scoperta e la consapevolezza che questo errore non dovrà gravare sulla crescita delle due bambine che alla fine diventano davvero sorelle vivendo con due mamme e due papà. Ma come è possibile che sia successo una cosa del genere?

In una intervista il primario dell’ospedale di Mazara del Vallo dichiarò a La Repubblica : “è stata colpa dell’involontario scambio delle tutine. Il nostro è un piccolo ospedale dove c’è una nascita al giorno. Il Capodanno di tre anni fa c’era una certa confusione nel reparto, al personale ridotto per la festività si sommava l’agitazione per i due parti contemporanei. Sicché i vestiti ci hanno depistato. E quando successivamente è stato messo il braccialetto al braccio delle bambine l’errore era già scattato. Ho fatto riscontri con le analisi del sangue contenute nelle cartelle cliniche e non c’è alcun dubbio: lo scambio c’è stato”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

La storia vera del film “Sorelle per sempre” basata sulla vicenda di Melissa Foderà e Caterina Alagna

La storia vera di “Sorelle per sempre”, il film in onda nella prime time odierno di Raiuno, in prima visione, narra la vicenda di due famiglie, gli Alagna ed i Foderà. Siamo a Mazara Del Vallo – paese in provincia di Trapani che sarebbe poi diventato noto per la storia di cronaca di Denise Pipitone – quando la notte di Capodanno del 1998 le due famiglie rimasero coinvolte in un fatto che avrà dell’incredibile. Le rispettive figlie, Caterina e Melissa, nate lo stesso giorno nello stesso ospedale, alla stessa ora, furono scambiate in culla.

Trascorsero tre anni prima che i dubbi iniziassero a trapelare. La scoperta avvenne all’asilo quando una nuova maestra, notando la somiglianza della piccola Caterina alla signora Marinella Alagna, gliela affidò. Ma quella non era sua figlia, che a sua volta aveva i tratti di Gisella Foderà. Molto presto iniziarono i confronti, i test del Dna, e poi le lunghe trafile tra avvocati, giudici, psicologi, in cerca di una verità incredibile che pose le due famiglie davanti ad un dilemma impensabile: tenere la bimba fino a quel momento cresciuta ed amata come una figlia, o scambiarle affidandole alla rispettiva famiglia biologica? A prevalere, in questa storia dove il destino ha avuto un ruolo decisivo, sarà l’unica legge alla quale dare sempre ascolto, ovvero quella del cuore. Le bambine, infatti, non saranno costrette a soffrire per colpe non loro e negligenze esterne, per questo cresceranno insieme come sorelle, con due mamme e due papà.

“Sorelle per sempre”: Melissa Foderà e Caterina Alagna, scambiate in culla: ottenuto risarcimento

In seguito alla conferma dello scambio avvenuto nella culla, le famiglie delle due bambine, Melissa Foderà e Caterina Alagna, hanno ottenuto un risarcimento da parte dell’Asl per lo spiacevole accaduto che ha tuttavia contribuito a far crescere le due ormai ragazze in una grande famiglia, come sorelle appunto. Ad oggi, tuttavia, nessuno è stato punito per le incredibili negligenze, né mai sono stati individuati i responsabili del clamoroso errore.

In occasione del film di Raiuno, le due famiglie si riuniranno per guardarla insieme. A riferirlo, come riporta Quotidiano.net, è stata Marinella Marino, mamma biologica di Caterina Foderà (ma chiamata Melissa): “Guardare la fiction sarà per noi come tornare indietro dopo avere vissuto un incubo: tu cresci un figlio, lo vedi muovere i primi passi, fai le notte per una febbre, lo allatti”, ha raccontato. La storia di Caterina e Melissa, oggi ormai ventenni, sarà raccontata per la prima volta nonostante ad oggi in tanti glielo abbiano chiesto, “ma non ci sentivamo ancora pronte, lo scorso anno ci siamo guardate in faccia e abbiamo deciso di farlo”, ha aggiunto mamma Marinella. Il loro lo considera un bellissimo esempio di vita, a dimostrazione che “con l’amore vero si supera tutto”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA