Spara due colpi, la punta alla bimba e si inceppa/ Choc a Roma: 46enne arrestato

- Davide Giancristofaro Alberti

Choc a Roma dove un 46enne tassista ha sparato due colpi verso una bambina, ma fortunatamente la pistola si è inceppata

polizia reato rapina omicidio napoli 1 lapresse1280 640x300
Polizia (LaPresse)

Un tassista è stato arrestato a Roma dopo aver tentato di sparare dei colpi di pistola all’indirizzo di una bimba. Attimi di paura ieri nella capitale, dove un 46enne è stato fermato dalla polizia in via Cavalca, vicino al quartiere Cinquina-Bufalotta, colpevole appunto del clamoroso gesto di cui sopra. Si trovava in strada quando ha sparato all’indirizzo della piccola ma fortunatamente l’arma si è inceppata, salvando la sua vittima. Quando gli agenti si sono recati presso la sua abitazione, hanno trovato una pistola e un fucile e gas, e sono in corso indagini in merito al suo porto d’armi nonché sulla licenza del taxi.

Una scena da far west quella a cui hanno assistito numerosi testimoni, vicende che non dovremmo mai raccontare, quasi al limite della follia umana. Eppure un 46enne ha deciso di sparare verso il balcone di una casa dove si trovavano in quel momento una bimba indifesa di 6 anni in compagnia del suo papà, un’azione per cui non si riesce a trovare una spiegazione.

A ROMA UN 46ENNE TASSISTA HA SPARATO VERSO UNA BAMBINA: IN OSPEDALE IN STATO DI FERMO

Fortunatamente l’arma si è inceppata e i due obiettivi si sono salvati, ma i caso contrario sarebbe potuto essere una strage. Quando gli agenti sono intervenuti hanno trovato il 46enne in preda al delirio e alla furia, in condizioni psicofisiche ampiamente condizionate dall’abuso di alcol mischiato agli psicofarmaci, e al momento dell’arresto il tassista ha inveito anche contro le forze dell’ordine, resistendo all’arresto. Fortunatamente la situazione è tornata nel giro di breve tempo alla normalità, e l’uomo è stato bloccato, ammanettato e portato in ospedale, in stato di fermo. Gravissime le accuse nei suoi confronti, a cominciare da tentato omicidio e arrivando fino a resistenza a pubblico ufficiale. Sul posto sono intervenuti i poliziotti del Reparto Volanti e quello del commissariato di Fidene. Nelle prossime ore l’uomo verrà interrogato e si cercherà di capire cosa l’abbia spinto ad un gesto così insulso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA