Spread Btp oggi sotto 190 punti/ Crisi governo non pesa: “Focus su legge di Bilancio”

- Silvana Palazzo

Spread Btp oggi sotto 190 punti. La crisi governo non incide sull’andamento del differenziale: a pesare è la legge di Bilancio per il 2020, questo è il focus

Trader Borsa Pad Lapresse1280
(LaPresse)

Spread tra Btp e Bund sotto i 190 punti. L’andamento è eloquente: il differenziale, che ieri ha chiuso a 201, è sceso a 188 punti base dopo l’avvio a 191. Il rendimento del decennale è in picchiata all’1,2 per cento. Si tratta di un livello minimo che ci riporta a tre anni fa, al settembre 2016, quando il rendimento del Btp scese anche all’1,15 per cento. Sono invece favoriti i titoli bancari. Forse appesantite dal calo del Pil trimestrale della Germania, le borse europee oggi sono deboli. La fiducia dei consumatori e delle imprese in Francia è rimasta praticamente invariata. Si registra un lieve progresso nel comparto manifatturiero. Poco dopo l’apertura Parigi cede lo 0,45 per centro, Londra lo 0,41%, Francoforte lo 0,31% e Madrid lo 0,13%. Invece la Borsa italiana è la migliore: è a +0,4 per cento. Incide l’attesa per la soluzione della crisi di governo, anche se il nuovo vertice tra Pd e M5s atteso stamane è stato rinviato.

SPREAD BTP OGGI SOTTO I 190 PUNTI, CRISI DI GOVERNO NON PESA

Il mercato obbligazionario italiano resta dunque in attesa della formazione del nuovo governo, ma l’ombra del voto non pesa sullo spread. Secondo gli analisti di Commerzabank, «pende ancora il rischio che M5S e PD non riescano a raggiungere un compromesso, che porterebbe a elezioni anticipate». Ma per gli esperti un governo di transizione verso il voto potrebbe «stendere una legge di Bilancio 2020 conservativa», quindi in quel caso «ogni rialzo del Btp dovrebbe essere sfruttato per ridurre l’esposizione in vista del voto». In questo momento, dunque, come riportato da Investireoggi, dall’estero non si guarda solo lo scenario elettorale italiano, ma la formazione della legge di Bilancio per il 2020 che dovrebbe congelare anche l’aumento dell’Iva per evitare un’ulteriore stagnazione della crescita economica interna. Anche per questo, a differenza di quanto accaduto in precedenza, lo spread è meno sensibile alle vicende politiche italiane in questo momento.



© RIPRODUZIONE RISERVATA