STARBUCKS TORINO, APERTURA NEGOZIO IN CENTRO/ Clienti in coda dalle 6.30

- Niccolò Magnani

Starbucks apre a Torino: nuovo negozio con code fin dalle 6.30, “lo aspettavamo da 20 anni”. Le novità dello store più grande d’Italia

Starbucks Torino
Starbucks a Torino (foto da Facebook)
Pubblicità

Aperto il primo negozio Starbucks a Torino: tantissime persone alla “prima” del locale sito in via Buozzi, in pieno centro città. Uno staff di 40 persone per il primo di una lunga serie di negozi previsti nel nostro Paese ed era grande l’attesa nel capoluogo piemontese. I primi clienti si sono presentati alle ore 6.30, Torino Today ha intervistato il primo ospite ad essere servito, che ha ordinato un Caramel macchiato, un grande classico. Intervistato recentemente dal Corriere della Sera, il responsabile per l’Italia aveva evidenziato: «Caffè americano e Frappuccino? Anche. Ma non solo. Il menu è molto vario, dai croissant ai tramezzini ai dolci tipici della tradizione americana. Portiamo il nostro format in una città che ha un grande potenziale di crescita». Un’altra grande novità per Torino, che ospita il primo store della famosissima catena di caffè statunitense. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Pubblicità

STARBUCKS TORINO, IL NEGOZIO PIU’ GRANDE D’ITALIA

Ha aperto nel giorno di Halloween il nuovo Starbucks a Torino, con dolcetto & scherzetto che d’ora in poi sarà possibile farlo anche nel più grande negozio d’Italia per il marchio americano. Con l’apertura pochi anni fa della frontiera italiana, la caffetteria Usa più famosa al mondo ha dovuto adattarsi al gusto e allo stile italiano (decisamente più alto di quello americano) e quindi da Roma (prossima apertura) a Milano fino a questo nuovo punto di Torino, le caffetterie iconiche si sono “aggiustate” sulle abitudini italiane fondendo la tradizione di Starbucks con quella ben più qualitatevole e “lontana” del caffè italiano. Tre piani con 540 metri quadri di superficie compongono il nuovo locale che è stato inaugurato in via Bruno Buozzi 5 questa mattina, il primo in Piemonte dopo i 9 aperti a Milano negli ultimi 12 mesi grazie alla collaborazione con Percassi (Patron dell’Atalanta, ndr). Secondo il generale manager di Starbucks Italia, Vincenzo Catrambone «Siamo molto contenti di arrivare a Torino. Questa incredibile città è stata scelta come tappa successiva del nostro viaggio dopo Milano perché ha dimostrato di essere molto viva e dinamica negli ultimi anni, attenta ai nuovi trend e pronta ad accogliere le novità internazionali. Dopo Milano ci è dunque sembrata la meta più adatta dove portare l’Experience Starbucks». Arriva il Frappuccino e tutti gli annessi e connessi “classici” della tradizione Usa, con le aggiunte italiane come già sperimentato al top a Milano.

Pubblicità

STARBUCKS SBARCA A TORINO: IL PRIMO CLIENTE

Tra le principali novità del nuovo Starbucks di Torino è certamente la scelta del caffè e i metodi di estrazione: i clienti potranno infatti scegliere anche fra le tipologie Nitro e Clover, che comunemente non si trovano nei classici Starbucks. Tra quelli classici, escludendo infatti il gioiello della Reserve Roastery di Milano, questo nuovo negozio è il più grande d’Italia con ben 150 posti di capienza che però aumenteranno dopo l’apertura con il dehors: «Con il nuovo locale abbiamo assunto 40 dipendenti che hanno fatto un periodo di pratica a Milano per cinque settimane», spiega il gm di Starbucks. Intervistato da TorinoToday ha parlato anche il primo cliente torinese, in coda fin dalle 6 per entrare nel nuovo store: «Sono vent’anni che aspetto l’apertura di Starbucks a Torino e finalmente c’è. Ho girato tanto il mondo e sembra di essere a casa. Volevo essere il primo a prendere un caffè da Starbucks questa mattina». Il cliente n.1 ha ordinato un Caramel macchiato, un grande classico di Starbucks, spiegando poi «Un classico di Starbucks per cominciare la giornata, finalmente lo posso fare anche a Torino».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità