Stefano e Serena Andreotti/ “Giulio è stato un papà tenero. E quante porte aperte…”

- Mirko Bompiani

Stefano e Serena Andreotti ospiti a Oggi è un altro giorno: “Lui si considerava un medio peccatore, diceva di avere virtù e vizi come tutti quanti”

stefano serena andreotti
Stefano Andreotti (Oggi è un altro giorno

Stefano e Serena Andreotti ospiti a Oggi è un altro giorno. I figli di Giulio Andreotti hanno ricordato l’ex presidente del Consiglio, sia come politico ma soprattutto come genitore: «È stato un papà molto affettuoso, tenero. Non stando molto a casa, evitava ogni tipo di comando severo, lasciando l’educazione più precisa a mamma. Lui ci poteva viziare come voleva». Dopo le parole di Serena Andreotti, ecco le parole di Stefano: «Abbiamo vissuto fortunatamente una vita il più normale possibile. Certo, dovunque andavi Andreotti è un nome molto conosciuto e qualche vantaggio c’era, a partire dal punto di vista lavorativo. C’erano anche le seccature del popolo delle raccomandazioni, ancora oggi c’è qualcuno che chiama per chiedere una “benedizione”».

STEFANO E SERENA ANDREOTTI A OGGI É UN ALTRO GIORNO

Nella lunga intervista rilasciata a Oggi è un altro giorno, Stefano Andreotti ha aggiunto sul padre: «L’ironia è stata una delle sue doti, lui era anche a casa così. Le stesse battute che faceva all’esterno le faceva a casa». Poi, insieme alla sorella Serena Andreotti, ha risposto così sul Giulio fedele: «Lui si considerava un medio peccatore, diceva di avere virtù e vizi come tutti quanti». Infine, una battuta sui numerosi processi: «Ai primi tempi, quando ricevette l’avviso di garanzia, fu un dramma e per un anno è sparito dalla vita iperattiva che conduceva. Aveva anche dei guai fisici dovuti allo stress. Se ne parlava tantissimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA