Storia di Nilde Iotti, Docu-Film Rai 1/ Scontri a Modena nel 50, la morte di 6 operai

- Matteo Fantozzi

Storia di Nilde Iotti in onda su Rai 1, oggi 5 dicembre. Nel cast Anna Foglietta, Francesco Colella, Astrid Meloni e Vincenzo Amato. Streaming video

storia di nilde 2019 film
Storia di Nilde

Storia di Nilde Iotti, diretta docu-film

Storia di Nilde Iotti racconta anche i grandi e drammatici avvenimenti del nostro paese. Come quando nel corso del 1950, a Modena si verificarono tragici incidenti: la CGIL aveva indetto uno sciopero per contestare il licenziamento di centinaia di lavoratori delle Fonderie Riunite. Durante un’occupazione, la Polizia fu costretta ad intervenire e la situazione precipitò con la morte di sei operai. Tra le vittime c’era Arturo Malagoli, un operaio che aveva una sorellina più piccola di nome Marisa. Nilde Iotti e Palmiro Togliatti si proposero di portare la bambina a Roma per consentirle di studiare, fino all’adozione negli anni successivi. “Quello dello studio era un mito dei miei fratelli che non avevano potuto andare oltre la quinta elementare: erano consapevoli che andare a scuola era il mezzo per cambiare la propria condizione”, ha raccontato Marisa in una intervista al giornale Liberazione. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

‘Compagni’ contrari alla relazione con Togliatti

La vita sentimentale di Nilde Iotti è terminata con la morte di Palmiro Togliatti nel 1964. Nel docu-film di Rai 1 viene ricostruita la loro storia d’amore, con le problematiche connesse ai loro impegni nel Partito Comunista Italiano. Vengono approfondite le battaglie del partito, l’attentato sventato da Togliatti, ma anche i sospetti dei ‘compagni’ che hanno interferito nel loro rapporto. “All’interno delle formazioni politiche, dei partiti, il rapporto tra un uomo e una donna, marito e moglie, è sempre visto con sospetto. Soprattutto se il marito è il capo. Il sospetto che la sua compagna possa fare politica solo per ambizione o per ragioni peggiori, è sempre presente all’interno di un partito e anche di quello comunista. Io l’ho sentito e non è stato facile per me superare questi ostacoli. Penso di avere avuto le spalle robuste in quel periodo e tutto sommato penso di aver vinto anche quella battaglia”, le parole di Nilde durante un’intervista realizzata da Enzo Biagi. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

L’attentato sventato da Palmiro Togliatti

La Storia di Nilde Iotti ripercorre anche e soprattutto la storia d’amore con Palmiro Togliatti. Una relazione ostacolata da alcuni membri del Partito Comunista Italiano, in quanto si temeva che la relazione potesse danneggiare l’immagine del partito. Questo perché Palmiro Togliatti era un uomo sposato. All’epoca, infatti, sua moglie era Rita Montagnana, con la quale aveva avuto un figlio di nome Aldo, un ragazzo schizofrenico. La storia tra Nilde Iotti e Palmiro Togliatti divenne di dominio pubblico non prima del 1948, quando Palmiro Togliatti rischiò la vita in un attentato. Proprio in quel momento l’uomo era insieme a Nilde Iotti, che in un’intervista ad Enzo Biagio sottolineò le tante problematiche riscontrate per via dei pregiudizi sulla sua persona. Nel docu-film di Rai 1 Anna Foglietta interpreta Nilde Iotti, che dopo l’attentato raggiunge in ospedale il compagno Palmiro Togliatti. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Il primo discorso da Presidente della Camera

Immagini di repertorio si alternano al girato con Anna Foglietta, che interpreta Nilde Iotti, la prima donna a ricoprire una delle più alte cariche dello Stato, il ruolo di presidente della Camera. Si tratta di un grande omaggio da parte di Rai Uno, che celebra a vent’anni dalla sua scomparsa Nilde Iotti. Il docu-film, come detto, presenta alcune parti recitate e materiale di repertorio, con preziosissime testimonianze. Ambizioso l’obiettivo di questo docu-film con Anna Foglietta, quello di restituire alle nuove generazioni un personaggio che ricoperto un ruolo importante nella storia dell’Italia. Come si può evincere anche dal primo spezzone del documentario, Nilde Iotti è stata una delle ventuno donne che parteciparono all’Assemblea Costituente del 1946, ma soprattutto la prima donna che ha ricopoerto il ruolo di Presidente della Camera dei Deputati per tre legislature, dal 1979 al 1992. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Napolitano tra le testimonianze illustri

La Storia di Nilde Iotti vede Anna Foglietta nei panni di un personaggio importante che la tv pubblica ci ripropone con un docu-film che si preannuncia a dir poco intrigante. Insieme ad Anna Foglietta vedremo Francesco Colella, nel ruolo di Palmiro Togliatti, mentre Vincenzo Amato interpreterà Berlinguer. Un documentario che si è avvalso di testimonianze importantissime, tra le quali quella di Giorgio Napolitano, Marisa Malagoli Togliatti, del portavoce di Nilde Iotti Giorgio Frasca Polara, della sua biografa Luisa Lama, l’ex Presidente del Consiglio Giuliano Amato, l’ex direttore de l’Unità e parlamentare PCI Emanuele Macaluso, il responsabile di Radio Radicale Alessio Falconio, i giornalisti Filippo Ceccarelli e Marcello Sorgi, l’esperto Giuseppe Vacca e il regista Giorgio Ferrara. Tutti hanno impreziosito la narrazione di Storia di Nilde Iotti, il docu-film targato Rai 1 in onda questa sera in prima serata sulla rete ammiraglia della tv pubblica. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Info Streaming sul film con Anna Foglietta

In Storia di Nilde Anna Foglietta interpreta un personaggio senza tempo e la Rai ci propone nuovamente una docu fiction su una delle personalità che hanno fatto grande il nostro paese. La trama è ben ricostruita tanto da meritarsi quel docu davanti a fiction che però si riferisce anche ai materiali di repertorio che vedremo alternati al materiale fictionale e cioè ricostruito. La protagonista è un’attrice dalla grande sensibilità e che in vita ha sostenuto tante lotte importanti, qui prende la voce di una donna vera, sincera e soprattutto molto intelligente, dandole un taglio importante e regalandole un volto interessante. La regia è curata e ci sono particolari molto interessanti nella sceneggiatura. Va detto che non è un film per tutti, ma che solo alcuni riusciranno a coglierne il pieno significato. Storia di Nilde va in onda su Rai 1 stasera e potremmo seguirlo anche in diretta streaming grazie all’ausilio di RaiPlay cliccando qui. (agg. di Matteo Fantozzi)

Curiosità sul film

Nel corso della docufiction di Rai1, Storia di Nilde, incentrata sulla vita della politica Nilde Iotti, il telespettatore si imbatterà anche in alcune interessanti ed illustri testimonianze. Come anticipato da Sorrisi.com, infatti, ad intervallare la narrazione ci saranno le dichiarazioni, i ricordi ed i racconti di nomi celebri come Giorgio Napolitano, la figlia adottiva Marisa Malagoli Togliatti, il portavoce di Nilde Iotti Giorgio Frasca Polara e la sua biografa ufficiale, Luisa Lama. Ad intervenire spezzando il racconto, anche altri nomi noti come la Presidente della Fondazione Iotti Livia Turco, Giuliano Amato, Emanuele Macaluso (ex direttore de l’Unità e parlamentare PCI). Saranno numerosi anche i giornalisti che contribuiranno a portare alla luce alcuni aspetti rimasti finora inediti della vita professionale e personale di Nilde, così come i ricordi del regista nonché amico di famiglia Giorgio Ferrara. Ad emergere sarà soprattutto la storia umana della grande donna, che inevitabilmente si è intrecciata con vicende politiche che l’hanno vista in prima line – tra le altre cose – nella lotta per l’emancipazione femminile. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Curiosità sulla docufiction con Anna Foglietta

Storia di Nilde non ha vinto nessun riconoscimento interessante, nè ha avuto un seguito. Il documentario è stato prodotto da Gloria Giorgianni per Anele, il tutto il collaborazione con Rai Fiction. In questo sceneggiato vi è un intreccio tra finzione e materiale di repertorio. In esso sono presenti anche innumerevoli interviste. Tra di esse, vi è quindi quella fatta a Giorgio Napolitano, ex Presidente della Repubblica Italiana e Senatore a vita. A proposito di questo documentario, il regista Emanuele Imbucci ha dichiarato di aver voluto raccontare con esso la storia della prima donna ad aver presieduto Montecitorio. In questa fiction recita appunto Anna Foglietta. L’attrice, a proposito di Nilde Iotti, ha dichiarato che gli italiani devono molto a questa magnifica politica del nostro paese e che dunque dovrebbero onorarla più spesso. L’attrice, poi, ha fatto notizia, in quanto ha confessato su diversi giornali di amare ancora molto il marito Paolo Sopranzetti, con cui ha ben tre figli.

Anna Foglietta: “Ho studiato tanto”

Andrà in onda oggi, giovedì 5 dicembre, in prima serata su Rai1 la docufiction Storia di Nilde, che traspone quella che è appunto la storia di Nilde Iotti, interpretata da una bravissima Anna Foglietta. Una interpretazione che è frutto di uno studio molto accurato da parte dell’attrice. Vestire i panni di una donna come Nilde Iotti non è stata impresa facile, infatti l’attrice, intervistata per Telepiù, ha confessato: “Ho studiato molto sulle fonti scritte e sui video in circolazione, che ho consumato a furia di rivedere. – poi aggiunge – Per Nilde ‘privata’, invece, ho parlato a lungo con le persone che la frequentavano e che la conoscevano nel profondo, come la figlia Marisa e il suo portavoce Giorgio.” Un duro lavoro che di certo darà i suoi frutti. (Aggiornamento di Anna Montesano)

I cast del docu-film Storia di Nilde

Su Rai 1, oggi 5 dicembre, verrà trasmessa la docu-fiction Storia di Nilde. Lo sceneggiato in esame andrà in onda in prima serata, a partire dalle ore 21.25. Storia di Nilde appartiene all’insieme delle docu-fiction biografiche. Gli attori principali di questo documentario sono Anna Foglietta, Francesco Colella, Astrid Meloni e Vincenzo Amato. Storia di Nilde è stato prodotto nel 2019 e il suo regista si chiama Emanuele Imbucci. Il lavoro di montaggio dello sceneggiato biografico è stato realizzato da Marco Rizzo, mentre le musiche sono state scritte per l’occasione da Pivio & De Scalzi. Tra gli interpreti del documentario vi sono appunto Anna Foglietta e Francesco Colella. La prima ha recitato in altri lungometraggi importanti, come Nessuno mi può giudicare, Tutta colpa di Freud e Noi e la Giulia. Colella, invece, ha lavorato nei film Due piccoli italiani e nella celebre serie di Sky Atlantic Trust-Il rapimento Getty.

Storia di Nilde, la trama del film

In Storia di Nilde, si parla dell’esistenza di Leonilde Iotti, detta Nilde. La vita di questa famosa politica italiana viene raccontata sia dal punto di vista privato, che di quello pubblico. Nello sceneggiato, vi è quindi il periodo in cui questa politica entrò a far parte della Resistenza e successivamente dell’Assemblea Costituente. In questi anni, Nilde lottò anche per favorire l’ingresso delle donne in Magistratura. Di seguito si racconta, poi, la relazione amorosa della donna con Palmiro Togliatti. Questa frequentazione, all’epoca, generò un chiacchiericcio inaudito, in quanto Togliatti era sposato con Rita Montagnana e aveva un figlio con la donna, che era poi pure una delle dirigenti del Partito Comunista. Nella fiction in questione, dunque, si narra allora la convivenza tra Nilde e Palmiro, per la quale si crearono purtroppo vari dissidi e dissapori all’interno del loro partito. La coppia, però, si amava molto e riuscì a superare le diverse difficoltà. Nel documentario si dice inoltre che, ad un certo punto, Nilde e Togliatti scelsero di adottare una certa Marisa Malagoli. Quest’ultima era la sorella di un operaio molto sfortunato. Costui, infatti, fu ammazzato nel corso di una manifestazione di protesta. La docu-fiction si conclude con un avvenimento importante che avvenne nella vita della politica. A quest’ultima, infatti, ad un certo punto venne fatta una proposta importante da parte di Berlinguer, che le offrì la Presidenza alla Camera dei deputati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA