Storia di una famiglia perbene, location della serie tv/ Dove è stata girata?

- Giulia Bertollini

Dov’è stata girata la fiction “Storia di una famiglia perbene”? La serie è stata ambientata in Puglia tra le location, Bari, Polignano a Mare, Fasano e Ostuni.

Storia di una famiglia perbene serie tv 640x300
Storia di una famiglia perbene serie tv Mediaset (Foto: web)

Arriva stasera su Canale 5 una nuova serie televisiva “Storia di una famiglia perbene” con protagonisti Giuseppe Zeno e Simona Cavallari. La fiction è stata ambientata in Puglia. Non poteva mancare Bari come epicentro delle storie narrate nella serie ma tra i luoghi visitati troviamo anche Polignano a Mare con il suo caratteristico strapiombo sul blu del mare Adriatico. Tra le location anche la medievale Conversano alle pendici della Murgia, la vivace Monopoli e i caratteristici centri di Fasano e Ostuni. La Puglia, insomma è protagonista: d’altra parte, la miniserie “Storia di una famiglia perbene” ha ottenuto il contributo della Regione e dell’Apulia Film Commission. Il nuovo prodotto Mediaset è ambientato a Bari Vecchia, un quartiere di Bari, appunto, che ha per vero nome quello di San Nicola. Effettivamente, il numero maggiore di riprese si sarebbe svolto nel capoluogo regionale. San Nicola è il quartiere storico della città di Bari. Soprannominato Bari Vecchia dal XIX secolo per distinguerlo dalla città nuova, fondata nel 1813 sotto il regno di Gioacchino Murat, è inserito all’interno delle antiche mura. La zona si trova racchiusa tra i due porti del capoluogo di regione pugliese: quello vecchio e quello nuovo.

Location “Storia di una famiglia perbene”: tutti i luoghi dove è stata girata la nuova serie Mediaset

La serie “Storia di una famiglia perbene” è ispirata al libro omonimo di Rosa Ventrella che nei suoi scritti racconta il forte legame con la città nella quale è cresciuta. In particolare Palazzo Palmieri è campo base. Questo edificio è la location anche per la Questura de “Le indagini di Lolita Lobosco”. Inoltre, sempre a Monopoli sono sfruttati per le riprese sia la zona Castello Carlo V per le abitazioni dei protagonisti sia Torre Incina e dintorni per le scene che riguardano gli sbarchi di pescatori e contrabbandieri.

La serie racconta gli anni 1985-1992 attraverso gli occhi di Maria, ultimogenita di una famiglia di pescatori di Bari, una bambina vivace e dal modo di fare insolente che le è valso il soprannome di Malacarne. Le estati a Bari vecchia trascorrono tra i vicoli di un rione fatto di soprusi subìti ed inferti a cui è difficilissimo sottrarsi. Nella famiglia di Maria oltre all’onesto padre Antonio De Santis (Giuseppe Zeno), all’amorevole e remissiva madre Teresa (Simona Cavallari), ci sono due fratelli maggiori, Vincenzo e Giuseppe e la nonna Antonietta, vecchia e saggia. Unico punto fermo di Maria, negli anni tra l’infanzia e l’adolescenza, è Michele, figlio della famiglia più disgraziata della città, quella del boss Nicola Straziota. L’amicizia tra i due si salda e rinforza, nonostante l’ostilità delle famiglie e i colpi bassi della vita. Finché quel sentimento, forte e insieme delicato, non diventerà amore. Un amore che, anche se impossibile, li preserva dalla decadenza che li circonda.



© RIPRODUZIONE RISERVATA