Studio Uno di Antonello Falqui, cos’è/ Segreto del successo fu stile innovativo

- Jacopo D'Antuono

Studio Uno, il varietà di successo ideato da Antonello Falqui negli anni sessanta. Grazie al suo stile innovativo conquistò pubblico e critica….

falqui rai 640x300
Antonello Falqui (Rai, Youtube)

Studio Uno, cos’è? Il varietà di Antonello Falqui, un programma iconico

Studio Uno è stato un celebre programma televisivo di varietà diretto da Antonello Falqui. Lo show prodotto dalla Rai fu trasmesso sul canale Programma Nazionale negli anni sessanta. La prima puntata, per la precisione, fu trasmessa il 21 ottobre 1961. Scritto e diretto dal regista Antonello Falqui, quest’ultimo si appoggiò anche ad altri autori nel corso degli anni per i testi, tra cui Lina Wertmüller e Dino Verde, Castellano e Pipolo.

Studio Uno ha conquistato milioni di telespettatori grazie alla sua leggerezza e tutt’oggi resta un simbolo della televisione in bianco e nero degli anni sessanta. A proposito del programma, forse non tutti sanno che il titolo prese spunto dal nome dallo Studio 1 del CPTV Rai di Via Teulada, a Roma, dove venivano registrate le puntate.

Studio Uno, l’essenzialità come arma vincente per il successo

Lo show di Antonello Falqui ottenne un grande successo in termini di riscontro da parte del pubblico. Ad essere maggiormente apprezzato dai telespettatori lo stile innovativo con cui era stato pensato dagli autori, Antonello Falqui e Guido Sacerdote. Stop alle scenografie pirotecniche e sfarzose tipiche dell’epoca, sì alla semplicità e agli ampi spazi con scenografie essenziali. Tutto questo per non distrarre il pubblico dai contenuti, quindi dalla partecipazione degli ospiti d’onore e dalle bellissime esecuzioni di balletti.

Pur mantenendo il titolo Studio Uno, dopo alcune edizioni il programma cambiò casa e fu trasferito presso il Teatro delle Vittorie, sempre a Roma. Assieme a Canzonissima, questo show resta uno dei più iconici realizzati in carriera da Antonello Falqui.





© RIPRODUZIONE RISERVATA