Suarez, esame farsa: chiuse le indagini/ Legale della Juventus “istigatrice morale”

- Carmine Massimo Balsamo

Esame farsa Suarez, la Procura di Perugia ha chieso le indagini: non rientrano tra gli indagati l’avvocato Luigi Chiappero e il ds Fabio Paratici

suarez
Luis Suarez (Foto LaPresse)

La Procura di Perugia ha chiuso le indagini sull’esame farsa di Luis Suarez. Come ben sappiamo, il caso fa riferimento al test di italiano sostenuto a settembre 2020 all’Università per gli Stranieri dall’ex attaccante del Barcellona, oggi all’Atletico Madrid, per ottenere il passaporto comunitario e poter diventare un nuovo calciatore della Juventus.

Come riportato dai colleghi di Sport Mediaset, nell’avviso di conclusione della fase istruttoria non sono presenti il legale della Juventus Luigi Chiappero e il direttore sportivo bianconero Fabio Paratici. Rientra nell’elenco redatto dal pool guidato da Raffaele Cantone l’altro legale della Vecchia Signora, Maria Turco: accusata di falso ideologico e materiale, è stata definita “concorrente morale e istigatrice” dell’intera vicenda.

Suarez, esame farsa: chiuse le indagini

Maria Turco non è l’unica indagata per il caso esame farsa di Luis Suarez. Il portale calcistico evidenzia che finiranno a processo anche l’ex rettrice dell’Ateneo Giuliana Grego Bolli, l’ex dg Simone Olivieri e la professoressa di italiano Stefania Spina. I tre, insieme all’esaminatore Lorenzo Rocca, sono stati chiamati a rispondere dell’accusa di rivelazione di segreto ed hanno già patteggiato una pena a un anno di reclusione. Ricordiamo che nel corso delle indagini della Procura di Perugia sono stati ascoltati come testimoni sia Luis Suarez che il presidente della Juventus Andrea Agnelli.



© RIPRODUZIONE RISERVATA