MONDIALI LE PAGELLE/ Italia-Nuova Zelanda (1-1): le pagelle degli azzurri

- La Redazione

Altro pareggio per gli azzurri

Iaquinta_ita_R375_9set09

ITALIA – NUOVA ZELANDA 1-1

MARCATORI: 7′ Smeltz (NZ), 30′ Iaquinta (I)

ITALIA (4-4-2): Marchetti; Zambrotta, Chiellini, F.Cannavaro, Criscito; Marchisio (60′ Pazzini), De Rossi, Montolivo, Pepe (46′ Camoranesi); Iaquinta, Gilardino (46′ Di Natale). All. Lippi. A disp: De Sanctis, Bocchetti, Bonucci, Maggio, Gattuso, Camoranesi, Palombo, Di Natale, Pazzini, Quagliarella. 

Nuova Zelanda (3-4-3): Paston; Reid, Nelsen, Smith; Bertos, Vicelich (80′ Christie), Elliot, Lochhead; Fallon (62′ Wood), Killen (92′ Barron), Smeltz. All. Herbert. A disp: Bannatyne, Moss, Sigmund, Boyens, Brown, Barron, Mc Glinchey, Clapham, Mulligan, Christie, Wood, Brockie.

Arbitro: Bastres

Ammoniti: 14′ Fallon, 28′ Smith, 86′ Nelsen

LE PAGELLE DEGLI AZZURRI

Marchetti 6: sul gol non poteva fare nulla, un solo brivido nel finale con il tiro di Wood che sfiora il palo.

Criscito 6,5: spinge molto sulla corsia di competenza, almeno ci prova.

F.Cannavaro 5: sbaglia sul gol del vantaggio neozelandese (irregolare), viene irriso da Wood nel finale, fortunatamente l’attaccante dei “canguri” non trova lo specchio della porta.

Chiellini 7,5: non si spaventa contro lo strapotere fisico dell’attacco della Nuova Zelanda, esce vincitore da ogni duello.

Zambrotta 7: uno dei migliori in campo, spinge a destra risultando uno dei più pericolosi degli azzurri.

Marchisio 5: altra partita fuori ruolo per il centrocampista della Juventus che sembra un pesce fuor d’acqua come esterno di centrocampo.

De Rossi 6,5: ci tiene un’altra volta in vita conquistando il rigore realizzato da Iaquinta. Solito contributo a centrocampo.

 

Montolivo 7,5: è il presente ed il futuro della Nazionale, dai suoi piedi nascono le azioni più interessanti, sfiora il gol con due conclusioni dalla distanza cogliendo anche un palo.

 

Pepe 6: meno ispirato rispetto alla sfida contro il Paraguay, anche se comunque dimostra di essere uno dei più in forma fisicamente. Inspiegabile la sua sostituzione.

 

Iaquinta 6: bravo nel realizzare il rigore del pareggio ma nulla più.

 

Gilardino 5: lavora molto in attacco ma non si vede mai in zona gol anche e non solo per colpa sua.

 

Camoranesi 6,5: entra nel secondo tempo e prova a vivacizzare la manovra dell’Italia. Meglio in posizione centrale.

 

Di Natale 6: ci si aspettava di più dal capocannoniere della Serie A, anche lui entra nella ripresa ma si accende ad intermittenza.

 

Pazzini 5,5: pochi minuti a disposizione dove non riesce ad essere incisivo in zona gol.

 

Lippi 4,5: formazione iniziale con Marchisio ancora fuori ruolo, non convince la coppia d’attacco Iaquinta-Gilardino. Nella ripresa cambia inspiegabilmente Pepe, spostando Marchisio al centro e Montolivo largo a sinistra, anche se dopo pochi minuti cambia definitivamente lo juventino facendo entrare Pazzini al centro dell’attacco modificando nuovamente il modulo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori