Superbonus 110%/ Cantieri a disagio: assenza di personale, caos materie prime

- Danilo Aurilio

I problemi con il Superbonus 110% sono in costante aumento. I cantieri edili sono in crisi, tra aumento delle materie prime e assenza di personale

cantiere lavoro superbonus edilizia 1 lapresse1280 640x300
(LaPresse)

Il superbonus 110% sta creando problemi e disagi non da meno. In Italia si soffre carenza di personale, addetti ai lavori ben specializzati e il carovita sta costringendo tante imprese edili a dover riformulare i lavori per via dell’aumento dei costi delle materie prime.

In Italia mancherebbero 600 mila addetti ai lavori, tra specialisti nel mantenimento delle strutture edili, artigiani ed operai. Ciò renderebbe sempre più difficile l’operato delle aziende.

Superbonus 110%: manodopera in crisi

I cantieri edili sono in crisi. l’assenza di manodopera sta arrecando disagi e rallentamenti dei lavori ai privati (e non solo). Il Superbonus 110% riguardo le villette familiari, ha modificato il vincolo SAL.

Il nuovo vincolo è al 30%, la cui scadenza slitta al 30 settembre del 2022 anziché il 30 giugno dello stesso anno. A far fronte alle scadenze del vincolo SAL, non va omessa la difficoltà nonostante gli incentivi statali.

Un altro vincolo che si aggiungerà al Superbonus 110%, riguarda i lavori incentivati. Ovvero, sarà obbligatorio inserire l’attestazione SOA per tutti quei lavori il cui valore è superiore a 516.000 mila euro.

Il Governo Draghi sta lavorando parecchio sulle possibili modifiche da attuare per poter garantire una certa continuità dei lavori. Di recente infatti, abbiamo visto quante aziende abbiano serie difficoltà a mantenere la promessa del fine lavoro.

Almeno prima che la situazione si stabilizzi, sarebbe meglio che Mario Draghi valuti l’idea di far slittare più avanti il vincolo su alcuni lavori, ad esempio su quelli relativamente alle villette unifamiliari.

Il Superbonus 110% potrebbe esser persino un’ottima soluzione per poter ristrutturare gran parte degli edifici. Il problema è che a monte vi sono dei problemi sulla gestione “all’italiana“.

Nei mesi a seguire potremo comprendere se si sarà trovata una quadra oppure se il Superbonus 110% a malincuore, è stato un totale o parziale flop.





© RIPRODUZIONE RISERVATA