Superlega, Svizzera blocca Uefa e Fifa/ “No sanzioni a Juventus, Real e Barcellona”

- Davide Giancristofaro Alberti

La Svizzera ha bloccato l’Uefa e la Fifa: non possono sanzionare Juventus, Real Madrid e Barcellona, i tre club ancora dentro la Superlega

andrea agnelli paratici
Andrea Agnelli, presidente della Juventus (LaPresse)

Nuovo colpo di scena nella battaglia legale fra Juventus, Real Madrid e Barcellona, le uniche tre squadre che non hanno mai abbandonato il progetto Superlega, e l’Uefa e la Fifa. Nelle ultime ore l’emittente radiofonica spagnola Cadena Sera ha svelato che il ministero di giustizia svizzero, ha invitato le due federazioni a bloccare le azioni volte ad intraprendere misure punitive nei confronti dei tre club di cui sopra, con il conseguente rischio di un’esclusione dalla Champions League 2021-2022. Come specificato da Mario Torrejon, giornalista del programma “Carrusel Deportivo”, l’Uefa e la Fifa avrebbero ricevuto una notifica ufficiale dagli elvetici, specificando che entrambi non si potranno “vendicarsi” nei confronti delle tre società fondatrici del torneo iper esclusivo.

La Uefa aveva annunciato l’apertura di un procedimento disciplinare con le tre big di cui sopra lo scorso 25 maggio, con l’obiettivo appunto di valutare eventuali azioni disciplinari ma l’annuncio del ministero elvetico rimescola tutte le carte. A questo punto si attende la replica ufficiale delle due federazioni, che potrebbero accogliere la decisione degli svizzeri e revocare il fascicolo disciplinare, oppure, proseguire nella propria indagine andando contro il parere degli elvetici.

SUPERLEGA, SVIZZERA BLOCCA UEFA E FIFA: FEDERAZIONI ACCETTERANNO IL ‘CONSIGLIO’?

La cosa certa, comunque si chiuderà la vicenda, se con un nulla di fatto, una squalifica o una pena pecuniaria, è che i rapporti fra l’Uefa, la Fifa e Juventus, Barcellona e Real Madrid sembrerebbero ormai logori, come ha fatto chiaramente capire due giorni fa il numero uno della federazione europea, Aleksandar Ceferin, parlando a So Foot: “Per quanto mi riguarda quest’uomo (riferendosi ad Andrea Agnelli ndr) per me non esiste più. Pensavo fossimo amici, ma mi ha mentito in faccia fino all’ultimo minuto dell’ultimo giorno, assicurandomi che non c’era nulla di cui preoccuparsi. Il giorno prima aveva già firmato i documenti per il lancio della Super League”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA