Supermercati aperti Pasqua e Pasquetta 2021/ Negozi: da Roma a Bologna, orari ridotti

- Dario D'Angelo

Supermercati aperti Pasqua e Pasquetta 2021, negozi: caos a Roma per sciopero, chiusi in Toscana. In Piemonte stop dalle 13. Orari ridotti a Bologna. La situazione, mappa delle catene

Coronavirus Trovamascherine
In coda con le mascherine a un supermercato (LaPresse)

Pasqua è arrivata e in molte case si sta già cominciando a preparare il pranzo. Questo è il momento in cui, una volta entrato il circolo il caffè, si tirano le somme sulla spesa fatta. In qualche caso ci si può accorgere di aver dimenticato qualcosa o più semplicemente spunta una ghiotta idea per arricchire il menù. Quindi, parte la caccia ai supermercati aperti e ai negozi alimentari. Ma è importante sapere se lo sono. A Bologna, per quanto riguarda la grande distribuzione alimentare, restano chiusi oggi e domani, Lunedì dell’Angelo, Coop e InCoop, invece Pam e Pam Local chiudono solo oggi, aprendo domani a Pasquetta. Esselunga sarà aperta solo domattina, dalle 8 alle 14, invece Conad e Carrefour decideranno in autonomia.

I supermercati Lidl e Despar chiusi oggi e aperti domani, con il secondo che effettuerà l’orario 9-19. Discorso simile per Crai, Eurospin e Md che si limiteranno domani all’apertura ad orario ridotto. (agg. di Silvana Palazzo)

SUPERMERCATI APERTI A PASQUA: STOP IN PIEMONTE MA…

La ricerca di negozi e supermercati aperti a Pasqua e Pasquetta 2021 può essere a dir poco complicata in molte zone d’Italia. Ciò anche a causa delle ordinanze dei governatori, ancor più restrittive del Governo, che in decreto garantisce le aperture di queste attività, essendo indispensabili. In Toscana tutto è chiuso, così pure in Piemonte. Il presidente Alberto Cirio ha, infatti, firmato nei giorni scorsi un’ordinanza che introduce misure più rigorose, ma senza chiudere del tutto. I supermercati sono chiusi dalle ore 13 del giorno di Pasqua, così poi per l’intera giornata di Pasquetta. Questa decisione riguarda le grandi strutture di vendita, così come le medie. Questo vuol dire che a Torino, come nel resto del Piemonte, si potrà fare spesa domani mattina fino alle 13 per gli ultimi acquisti del pranzo di Pasqua, così da colmare eventuali dimenticanze o esigenze dell’ultimo minuto, poi bisognerà aspettare martedì. (agg. di Silvana Palazzo)

SUPERMERCATI APERTI A PASQUA: GLI ORARI DELLE CATENE

Supermercati e negozi aperti anche a Pasqua e Pasquetta 2021: lo stabilisce il decreto del Governo. Fa eccezione la Toscana, dove un’ordinanza ha imposto invece la chiusura. Nonostante ciò, le catene che hanno deciso di garantire l’apertura non sono molte, quindi la situazione non è uniforme a livello nazionale. Questo è uno dei motivi per i quali i sindacati sono insorti. Nella domenica di Pasqua molti supermercati saranno chiusi o aperti a orario ridotto, invece a Pasquetta la situazione sarà migliore. Se tutti i punti vendita Esselunga resteranno chiusi a Pasqua, saranno invece aperti dalle 8 alle 14 a Pasquetta. Stessa decisione per Pam, mentre le Coop hanno qualche eccezione. In Liguria, ad esempio, sono aperti i supermercati, non gli iper. A Roma, invece, dalle 8.30 alle 13. Le coop di tutte le altre regioni invece saranno chiuse entrambi i giorni. Per i Conad nessuna indicazione dal Consorzio Nazionale: ogni socio imprenditore decide in autonomia. I Lidl saranno chiusi a Pasqua, ma aperti lunedì 5 aprile dalle 9 alle 13. (agg. di Silvana Palazzo)

SUPERMERCATI APERTI A PASQUA: COSA CAMBIA CON LA ZONA ROSSA?

Con un’Italia zona rossa per il secondo anno di fila a Pasqua e a Pasquetta non sarà facile, anche in questo 2021, orientarsi tra quelli che saranno supermercati e negozi aperti in questi giorni di festa. A Roma la situazione è resa ancora più caotico dallo sciopero proclamato dai sindacati contro la decisione di alcune aziende di tenere i supermercati aperti anche a Pasqua, Pasquetta, 25 Aprile e Primo Maggio. In una nota, i segretari generali della Filcams CGIL Roma e Lazio, Alessandra Pelliccia, della Fisacat-CISL Lazio e Roma, Carlo e Stefano Diociaiuti, e della Uiltucs Roma e Lazio, Giuliana Baldini hanno definito “inaccettabile che ad alcuni dipendenti, reduci da un anno in prima linea di stress ed esposizione al contagio, non sia concessa una pausa almeno nelle giornate festive. Ricordiamo che il CCNL di riferimento non prevede l’obbligo alla prestazione festiva“. Per loro “tenendo conto dell’emergenza in atto“, si tratta di “una scelta inopportuna e irresponsabile“.

NEGOZI E SUPERMERCATI APERTI PASQUA 2021: BOOM DELLA SPESA PRIMA DELLE FESTE

Per i lavoratori dei supermercati che resteranno aperti anche a Pasqua e Pasquetta si preannuncia una giornata di duro lavoro. Non solo la zona rossa potrebbe portare molte persone a vedere nell’uscita al supermercato uno dei “pretesti” per mettere un piede fuori casa, ma a questo aspetto bisogna aggiungere anche la tendenza mostrata dagli italiani negli ultimi giorni, quando l’effetto Pasqua ha fatto registrare un aumento della spesa alimentare in media del 20% in tutto il Paese. E’ quanto emerso da un’analisi di Coldiretti secondo cui è evidente “la tendenza degli italiani a cogliere una delle poche occasioni per uscire di casa nel fine settimana per fare scorte di prodotti alimentari per la Settimana Santa con lo scattare fino a Pasquetta delle misure più restrittive per contenere i contagi“. Insomma, quella di Pasqua sembra essere per i lavoratori dei negozi e dei supermercati aperti una giornata di straordinari, in tutti i sensi…



© RIPRODUZIONE RISERVATA