SWAT 3 / Anticipazioni 19 settembre: il padre di Hondo è in fin di vita?

- Morgan K. Barraco

SWAT 3, anticipazioni del 19 settembre 2020, in prima Tv su Rai 2. Hondo scopre che il padre potrebbe essere un malato terminale.

swat 3
SWAT 3, in prima Tv assoluta su Rai 2.

SWAT 3 ANTICIPAZIONI DEL 19 SETTEMBRE 2020

Nella prima serata di Rai 2 di oggi, sabato 19 settembre 2020, andranno in onda due nuovi episodi di SWAT 3 in prima tv assoluta. Saranno il terzo e il quarto, dal titolo “Passi falsi” e “Intoccabile“.

EPISODIO 3, “PASSI FALSI” – I genitori di Hondo litigano a causa del programma delle visite per Darryl. Lynch invece cerde che la squadra dovrebbe allenarsi di più in previsione delle nuove missioni e incarica Hondo di andare sotto copertura per fermare una banda di riciclaggio di denaro. Si scopre però che il gruppo ha intenzione di scatenare una guerra a livello nazionale. Per sistemare la situazione fra i genitori, Hondo chiede alla madre di perdonare Daniel e invita ad entrambi ad uno spettacolo.

EPISODIO 4, “INTOCCABILE” – Daniel continua a tossire e Hondo è sempre più preoccupato per il suo stato di salute. Deacon e la sua famiglia invece vengono presi di mira da un gruppo di uomini che inizia a sparare verso i presenti. Deacon riesce a fermare uno dei sospettati: sembra che siano stati addestrati e che abbiano un movente ben preciso. Grazie ad un testimone, lo sconosciuto viene identificato come membro di un cartello di droga che usa il mercato dei fiori per far arrivare dei carichi dalla Colombia. Nel frattempo, Darryl informa Hondo che il padre tossisce sangue. Daniel viene messo quindi con le spalle al muro, ma non è disposto a rivelare nulla sulle sue condizioni mediche.

SWAT 3, DOVE SIAMO RIMASTI

Ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana a SWAT 3: Hondo (Shemar Moore) e Darryl (Deshae Frost) scoprono che Daniel (Obba Babatundé) ha preso possesso della loro casa durante la loro assenza. La squadra si impegna nella prima missione: catturare un ladro che deruba celebrità ad alto profilo. Mentre inseguono il sospettato, gli agenti si imbattono in un drone che secondo Victor (David Lim) e Luca (Kenny Johnson) serve per connettersi con le vittime. Dopo un altro attacco, la squadra scopre che il colpevoleè un ex militare in congedo per comportamento disonorevole. Più tardi, Hondo affronta Daniel perchè non lo vuole in giro e perchè teme le conseguenze della sua scelta. Grazie all’utilizzo di altri droni, la squadra individuano il sospettato in un magazzino abbandonato. A caso concluso, Hondo decide di portare Daniel a casa, anche se la madre è preoccupata che la cosa non funzioni. Poco dopo, il padre tossisce su un fazzoletto e lo nasconde subito. La Lynch (Amy Farrington) decide di fare una revisione d’ufficio e Hicks (Patrick St. Esprit) teme che il motivo sia un altro. La squadra risponde poi ad una chiamata che riguarda una struttura psichiatrica e che riguarda Ruth Pearson (Rebecca Wisocky), la vedova di un membro di una setta responsabile della morte di molte persone. La donna ha usato un complice che si finge custode e che le procura una pistola per fuggire, poi scompare. In seguito, gli agenti scoprono che il custode e altri complici sono suoi figli e che Ruth sta organizzando un massacro nel tempio con gli ex membri del culto.

Dopo averla localizzata, la squadra viene depistata grazie all’uso di un’esca. Ruth infatti si trova in realtà in un parco ed è pronta a dare alle fiamme le vittime, ma la squadra la ferma appena in tempo. La donna poco dopo viene ferita ad una gamba da Hondo. A caso chiuso, Hondo decide di investire nell’attività di Luca, che vuole vendere cibo guatemalteco. Lynch invece si trasferisce nel quartier generale come consulente esterno: il Sindaco vuole che la squadra agisca con maggior forza nelle strade e ha intenzione di fare delle modifiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA