Taglio cuneo fiscale 2024/ Aumento in busta paga “quasi” certo (1 settembre 2023)

- Danilo Aurilio

Il taglio cuneo fiscale 2024, potrebbe essere la misura prioritaria della prossima Legge di Bilancio. Vanno tutelati, tutti i redditi dei lavoratori e cittadini italiani

premierato Premier Giorgia Meloni in Consiglio dei Ministri (LaPresse, 2023)

Il taglio del cuneo fiscale per il 2024 prevede degli impegni economici non indifferenti. La Premier Giorgia Meloni, vorrebbe attuare delle modifiche importanti, affinché i contribuenti italiani possano percepire uno stipendio più alto, mirato a contrastare l’aumento generale dei prezzi.

La manovra prevista per la Legge di Bilancio del prossimo anno (2024), non è così semplice come si possa pensare. La situazione economica è piuttosto incerta, ecco perché il Governo Meloni deve studiar una strategia che possa aiutare le famiglie italiane, attenzionando il budget complessivo per non andare in deficit.

Taglio cuneo fiscale 2024: cosa aspettarsi?

Il taglio del cuneo fiscale del 2024, potrebbe essere la priorità della prossima Legge di Bilancio. Già quest’anno, abbiamo assistito ai primi risultati: rispettivamente per i redditi inferiori a: 1.923 e 2.692€, l’aumento ammonta al 7% e al 6%.

La stessa rivalutazione verrà – con molta probabilità – effettuata anche nel 2024, proprio per evitare ulteriori tagli netti al salario mensile, e non tornare all’aliquota contributiva. Tuttavia, per mettere in atto il taglio del cuneo fiscale, il Governo dovrà esborsare più di 10 miliardi di euro.

Un investimento significativo, specialmente in una situazione così delicata, dove vige il principio di incertezza economica. Di fatto, non resta che attendere le decisioni del Governo: che dovrà da un lato, risparmiare più risorse economiche possibili, dall’altro, contenere il potere d’acquisto dei cittadini.

Sicuramente, Giorgia Meloni continuerà a lottare affinché il bonus busta paga possa continuare ad esserci anche nel 2024, così come l’aumento degli importi dell’assegno unico universale. Due soluzioni che al momento, sembrerebbero essere idonee a preservare i redditi dei lavoratori italiani.

Confermando ad esempio, lo sgravio contributivo, possiamo dire che in busta paga tutti i dipendenti avranno 100 euro in più al mese. Nella speranza che la Legge di Bilancio faccia il suo corso, possiamo nel frattempo, affermare come il taglio del cuneo fiscale del 2024, potrebbe essere una misura economica molto importante.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Fisco

Ultime notizie