Talco Johnson & Johnson cancerogeno/ “Causò tumori a ovaie”: 2,1 mld di risarcimento

- Raffaele Graziano Flore

Il talco della Johnson & Johnson è cancerogeno: decisione storica della Corte suprema del Missouri. “Causò tumori alle ovaie”: 2,1 mld di risarcimento comminati al colosso farmceutico

Il talco della Johnson & Johnson
Il talco della Johnson & Johnson (Web, 2020)

Il talco prodotto e venduto dalla Johnson & Johnson è cancerogeno e responsabile di diverse forme di tumore. Arriva dagli Stati Uniti nelle ultime ore la condanna del colosso farmaceutico a stelle e strisce da parte della Corte d’Appello dello Stato del Missouri che ha condannato inoltre il gruppo a un risarcimento da record per la cifra di oltre 2,1 miliardi di dollari. A quanto si apprende infatti tutto era partito quando alcune persone che ne avevano fatto uso si erano decise a sporgere causa contro la Johnson & Johnson dato che, dopo attente perizie mediche, era emerso come il talco avesse causato loro anche forme di cancro alle ovaie: anche per questo motivo la Corte del Missouri ha di fatto confermato il verdetto nel precedente grado di appello anche se ha lasciato scontente le ‘vittime’ dal momento che il tribunale ha però deciso di ridurre l’entità dei danni, inizialmente fissati addirittura a circa 4,4 miliardi di dollari e concessi dalla giuria che nel 2018 aveva dato ragione ai 22 denunciati e alle loro famiglie, escludendo però altre persone.

“TALCO DELLA JOHNSON & JOHNSON E’ CANCEROGENO”: MAXI-RISARCIMENTO DA 2,1 MLD

Quella che arriva dal Missouri, oltre che per via del risarcimento-record, è una decisione a suo modo storica dato che ha stabilito in via definitiva come il gruppo farmaceutico americano, leader nel settore dei prodotti igienici, avrebbe venduto consapevolmente il talco contenente dell’amianto a dei consumatori inconsapevoli. Nel frattempo uno dei portavoce del gruppo industriale ha comunque già fatto sapere alla stampa che presenterà sicuramente un ricorso contro una sentenza che ritengono ingiusta e iniqua: tuttavia va detto che è notizia dello scorso maggio l’annuncio proprio da parte della Johnson & Johnson che avrebbe immediatamente cessato la commercializzazione di questi prodotti non solo entro i confini nazionali degli States ma pure nel Canada, decisione che ha inficiato molto il volume di affari ma anche l’immagine dell’azienda, specialmente alla luce della recente sentenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA