Tata Giacobetti, com’è morto marito Valeria Fabrizi?/ La causa: infarto miocardico

- Jacopo D'Antuono

Tata Giacobetti, com’è morto marito Valeria Fabrizi? La scompara nel 1988 a causa di un infarto miocardico. Era membro del quartetto Cetra.

Una foto del matrimonio di Tata Giacobetti e Valeria Fabrizi
Una foto del matrimonio di Tata Giacobetti e Valeria Fabrizi

In queste ore gli internauti si domandano come sia morto Tata Giacobetti, marito della mitica Valeria Fabrizi. Tata Giacobetti, nome d’arte di Giovanni Giacobetti, è mancato nel 1988. Il famoso cantante, contrabbassista, paroliere e attore italiano, membro del Quartetto Cetra, è scomparso trentatré anni fa a causa di un infarto miocardico. Nello stesso periodo anche il celebre quartetto decise di terminare le attività dopo la scomparsa del paroliere. Al momento l’artista riposa nel cimitero del Verano a Roma, la città in cui è nato.

Tata Giacobetti, cause della morte e breve biografia

Come abbiamo detto Tata Giacobetti è morto a casa di un infarto miocardico. A distanza di tanti anni il ricordo del personaggio è ancora molto vivo nei cuori del pubblico, che ne conserva le migliori performance artistiche. Nel Quartetto Cetra ha sviluppato una carriera quarantennale, grazie alla quale ha conquistato spazio in radio, in teatro, in televisione, al cinema e nella pubblicità. Nel 1964 ha sposato la celebre attrice Valeria Fabrizi, la quale ha debuttato in tv al suo fianco in un western musicale ideato dallo stesso Tata Giacobetti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA