Tata Giacobetti, marito Valeria Fabrizi/ “Mi disse che ci sarebbe sempre stato”

- Elisa Porcelluzzi

Tata Giacobetti è stato il marito di Valeria Fabrizi. Fondò il Quartetto Cetra. È morto nel 1988 a 66 anni per un infarto.

Una foto del matrimonio di Tata Giacobetti e Valeria Fabrizi
Una foto del matrimonio di Tata Giacobetti e Valeria Fabrizi

Tata Giacobetti, al secolo Giovanni Giacobetti, è stato uno dei componenti del Quartetto Cetra e il marito dell’attrice Valeria Fabrizi. Nato nel 1922 a Roma, Giacobetti  imparò la musica da autodidatta, suonando il contrabbasso. Nel 1941, nell’Italia fascista, incontrò a Roma altri tre ragazzi appassionati di jazz e swing come lui. Prima fu il quartetto Egie, che divenne Cetra, quando già c’erano Virgilio Savona, e poi Felice Chiusano. Lucia Mannucci si unì al gruppo nel 1947. In quegli anni di guerra, il quartetto truccò abilmente i motivi americani italianizzandoli, il loro primo successo tutto italiano fu “Il visconte di Castelfombrone”. Negli anni del dopoguerra diedero piena libertà alla loro vena irriverente: il 1951 fu l’anno del successo con “Nella vecchia fattoria”, incisa poi anche Frank Sinatra. I Cetra furono protagonisti di una delle prime trasmissioni in assoluto, “In quattro si viaggia meglio”. Il Quartetto Cetra è vissuto fino al 1988, anno in cui è morto Tata Giacobetti, stroncato da un infarto a 66 anni.

Tata Giacobetti: il matrimonio con Valeria Fabrizi

Tata Giacobetti e Valeria Fabrizi, dieci anni più giovani del musicista, si sono sposati nel 1964. Si erano conosciuti durante le recite di “Carlo non farlo” nella compagnia di Dapporto. La Valeri debuttò in televisione, nel 1968, in un western musicale ideato dal marito “Non cantare, spara”. “Prima di chiedermi in sposa, mi cantò “My Funny Valentine, dopo averla cantata per me mi disse se poteva essere il mio fidanzato; mi disse che per me ci sarebbe sempre stato”, ha raccontato Valeria Fabrizi a Pierluigi Diaco, in una puntata del programma “Io e te”. Intervistata da Rolling Stone, dopo la sua apparizione sul palco del Festival di Sanremo, Valeria Fabrizi ha svelato: “Ho la storia del Festival a casa, non hai idea, perché Tata collezionava tutto, ha tenuto un diario da quando ha iniziato con i Cetra. Ho detto a mia figlia che dobbiamo fare qualcosa per mettere questo materiale a disposizione dei giovani, per tramandarlo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA