Taylor Swift “Devo stare vicina a mia madre”/ Il cancro è la ragione del no al tour?

- Hedda Hopper

Taylor Swift rinuncia al tour mondiale e opta per quattro date due a Boston e due a Los Angeles: “Devo stare vicina a mia madre”, il cancro è la causa di tutto?

taylor swift 2019 instagram
Taylor Swift

I fan di Taylor Swift non possono far altro che piangere e non solo perché non ci saranno molte occasioni di vedere la loro beniamina in azione in tour ma anche perché sta vivendo un momento molto complicato e difficile. Proprio quello che sta succedendo, come lei stessa ha riferito, la obbliga a rimanere vicina alla sua famiglia e non allontanarsi per molto tempo o per molti chilometri e per questo ha dovuto rinunciare al suo tour Mondiale per il suo ultimo disco. Già qualche anno fa alla madre Andrea Swift le era stato diagnosticato un tumore dal quale poi sarebbe guarita, o almeno così era sembrato. Proprio nel suo ultimo album dal titolo Lover, Taylor Swift è tornata a parlare di questo lasciando intendere che la madre sia nuovamente malata al grido di “Presto stai meglio”: “E’ stato davvero difficile da scrivere. Noi come famiglia abbiamo deciso di mettere il pezzo nel nuovo album ed è qualcosa di cui vado orgogliosa ma non riesco a cantarlo. E’ difficile solo affrontare emotivamente quella canzone“.

TAYLOR SWIFT RINUNCIA AL TOUR MONDIALE PER STARE “ACCANTO ALLA MADRE”

A dare notizia del no ad un tour mondiale e molto lungo è stata la stessa Taylor Swift che  in una recente intervista radiofonica ha ammesso: “In questo momento stanno accadendo alcune cose piuttosto intense nella mia famiglia. Non posso fare un lungo tour che non mi permetta di tornare a casa dalla mia famiglia. Questo è dove la gomma incontra la strada. Devo prendere delle decisioni per via di alcune incertezze nella mia vita e le cose sono importanti per la mia famiglia. Devo riuscire ad avere una pausa nel programma di tour”. Finora, tutto ciò che sappiamo è che, negli Stati Uniti, Swift avrà quattro spettacoli, due a Boston e due a Los Angeles. Siamo tutti ansiosi di scoprire il resto, se ci sarà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA