RICOMINCIAMOOO/ Uomini e donne, Karina come Eleonora: ripartire da una figlia

- La Redazione

A Uomini e Donne, negli ultimi anni i ruoli hanno cominciato a mischiarsi. Cosi una tronista e una corteggiatrice possono ripartire dallo stesso punto per rimettere in sesto la propria vita

karina-cascella-gianni-sperti-ued
Karina Cascella

A Uomini e Donne, negli ultimi anni i ruoli hanno cominciato a mischiarsi. Sotto la sapiente regia di Maria, infatti, abbiamo visto corteggiatrici diventare troniste, o opinioniste. Abbiamo visto storie d’amore disfarsi e formarsi dentro e fuori dallo studio e molte di queste hanno avuto tratti in comune, pure essendo uniche. In ordine di tempo, quasi come uno scherzo del destino, vediamo Karina Cascella ed Eleonora Mandaliti accomunate da un destino molto simile. In comune le due donne hanno – oltre la bellezza – forse solo questo. Ginevra e Penelope. Due figlie amatissime da cui oggi vogliono ripartire per ricostruire la propria vita sentimentale e non solo. Si è molto vociferato in questo ultimo periodo di un rapporto speciale tra Karina e Gianni Sperti, ma la sorgente della forza della bionda opinionista che sta superando la storia con Salvatore Angelucci, ha tre anni, giusto oggi, e si chiama Ginevra. Sua figlia. Così come anche Eleonora Mandaliti, che si “consola” mostrando la sua Penelope, della mancata scelta di Eugenio, oramai la sola destinataria del suo cuore pieno d’amore. Eleonora ha recentemente postato una fotografia con la sua piccolina, mentre le due si scambiano un tenero bacio. Altro che Gegè! In quanto a tenerezza, la storia di Karina non è certo da meno. Ieri quasi a mezzanotte, Karina ha pubblicato sulla sua fan page ufficiale di Facebook un messaggio di gioia e nostalgico allo stesso tempo, per condividere con tutti i suoi sostenitori il ricordo del momento in cui è diventata mamma. Karina confessa ai suoi fan di aver avuto paura di non farcela, di non essere capace di partorire e di essere mamma: “Trascorsi le ore che mi separavano dal conoscere il volto della mia piccola a parlarle e tra mille paure e insicurezze come tutte le donne che stanno per dare alla luce il primo figlio, arrivò l’alba”. Ma quando una madre tiene per la prima volta in braccio il suo bambino tutto cambia e trova un senso: “In tarda mattinata stringevo tra le lacrime Ginevra… piangeva fortissimo era scura scura di capelli ed uguale uguale al suo papà…”, ha scritto Karina, facendo riferimento anche a Salvatore Angelucci padre di Ginevra, con cui si è lasciata ormai da mesi in seguito ai ripetuti tradimenti dell’ex tronista. I due comunque mantengono un rapporto amichevole per il bene di loro figlia. Ma nonostante la delusione d’amore, Karina ha trovato in sua figlia un valido motivo per non lasciarsi abbattere e andare avanti a testa alta: “Niente da quel giorno è stato più come prima… Mia figlia è il dono più grande che mi sia stato fatto l’amo con tutta me stessa e darei per lei la mia vita… Era il 23 aprile del 2010”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori