Tenta di sradicare crocefisso e picchia il prete/ Roma, 46enne arrestato dopo follia

- Davide Giancristofaro Alberti

E’ finito in manette un 46enne pugliese che dopo aver tentato di rubare un crocefisso ha picchiato un prete ed ha poi inveito contro la polizia

Polizia macchina lapresse 2020 640x300
(Foto LaPresse)

Momenti di grande tensione a Roma, presso la chiesa di San Giovanni Maria Vianney, dove un uomo ha tentato di sdradicare un crocefisso per poi sferrare un pugno al parroco presente nel luogo di culto. L’episodio è riportato in queste ore da numerose testate online, a cominciare da Il Mattino e RomaToday, e vengono svelati i dettagli di una vicenda che fortunatamente si è conclusa senza alcuna grave conseguenza. Il fatto è avvenuto nella giornata di ieri, domenica 18 ottobre, e l’aggressore è un uomo di 46 anni originario della Puglia, che dopo essere entrato in chiesa ha dato in escandescenza. Preso dalla follia ha quindi provato a staccare un crocifisso, e a quel punto il parroco presente, assieme ad un suo collaboratore, hanno preso da parte il pugliese e l’hanno condotto fuori dalla chiesa. Qui però, la situazione è completamente degenerata visto che l’aggressore, invece di calmarsi, ha dato di matto, ed ha quindi sferrato un pugno al prete che stava cercando di riportare la situazione alla normalità, per poi spingerlo e farlo cadere a terra. Inoltre, il 46enne ha preso anche a calci la porta della chiesa.

TENTA DI SRADICARE UN CROCEFISSO E PICCHIA PRETE: POMERIGGIO DI FOLLIA DI UN 46ENNE A ROMA

Visto che l’uomo non sembrava intenzionato a calmarsi è stata avvertita la polizia che nel giro di pochi minuti si è presentata presso la chiesa del quartiere Borghesiana. Ma anche in quel caso il 46enne non ha placato la propria ira: inizialmente, come scrive RomaToday, ha infatti minacciato di morte i poliziotti della sezione volanti, per poi prendere anche loro a calci e pugni. Durante la collutazione, poi, il pugliese ha cercato di afferrare il calcio della pistola di ordinanza di uno degli agenti, ma il suo tentativo di rubare l’arma è stato fortunatamente bloccato. L’uomo è stato poi fermato, ammanettato e portato negli uffici della polizia. Dopo una serie di accertamenti il quarantenne è stato arrestato con l’accusa di tentata rapina (visto che ha provato a sradicare il crocefisso) e per oltraggio a pubblico ufficiale, visto come ha reagito al fermo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA