Terremoto oggi Arquata del Tronto M 2.1/ Ultime scosse Ingv, sisma ad Ascoli Piceno

- Davide Giancristofaro Alberti

Terremoto oggi Arquata del Tronto M 2.1, ultime scosse Ingv: continua a tremare quest’oggi la nostra penisola

terremoto arquata 2019 ingv
Terremoto ad Arquata del Tronto (Ingv)

Numerose le scosse di terremoto che si sono verificate quest’oggi. L’ultima ci giunge da una delle zone a più alta attività sismica d’Italia, leggasi le Marche e la provincia di Ascoli Piceno. Come comunicato poco fa dall’Istituto nazionale italiano di geofisica e vulcanologia, l’Ingv, l’evento tellurico ha avuto come epicentro il noto comune di Arquata del Tronto. La terra ha tremato di preciso alle ore 12:55, meno di un’ora fa, con coordinate geografiche pari a 42.77 gradi di latitudine e 13.25 di longitudine. L’ipocentro è stato invece individuato ad una profondità di 11 chilometri sotto il livello marino. I comuni prossimi alla zona dove è stato registrato il sisma sono quelli di Accumoli, Montegallo, Norcia, Acquasanta Terme, Amatrice, e Castelanstangelo sul Nera, tutte zone purtroppo tristemente note per altri eventi sismici gravi. La scossa di oggi non ha comunque provocato alcun danno ne tanto meno dei feriti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TERREMOTO OGGI PALERMO M 2.4

Una nuova scossa di terremoto è stata registrata oggi dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Come riferisce il sito dell’Ingv, l’evento tellurico è avvenuto in mare aperto, lungo la costa siciliana centro settentrionale. Siamo in provincia di Palermo, nel lembo di mare che si affaccia verso la Sardegna. Il terremoto di oggi ha avuto una magnitudo di 2.4 gradi sulla scala Richter ed è avvenuto alle ore 11:43 di questa mattina. Le coordinate geografiche precise sono state 38.37 gradi di latitudine e 13.66 di longitudine, mentre la profondità è stata individuata due chilometri sotto il livello del mare. Nel raggio di 20 chilometri non vi sono comuni, in quanto il sisma è avvenuto in mare, mentre le città più vicine all’epicentro risultano essere Bagheria e Palermo, dislocate in un raggio massimo di 35/40 chilometri. Il terremoto di stamane, vista anche la sua moderata forza, non ha provocato danni ne tanto meno dei feriti. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TERREMOTO OGGI A CROTONE M 2.2

Segnaliamo le scosse di terremoto che sono state registrate oggi dai sismografi. Come al solito ci facciamo aiutare dai professionisti dell’Ingv, l’Istituto nazionale italiano di geofisica e vulcanologia, che puntualmente localizza a registra tutti i sismi sul suolo italiano e non. L’ultimo ci giunge dalla costa ionica crotonese della Calabria, una zona che sta continuando a tremare negli ultimi giorni. La scossa più recente si è verificata alle ore 1:34 della notte fra mercoledì 12 e giovedì 13 febbraio, ed ha avuto una magnitudo lieve, pari a 2.2 gradi sulla scala Richter. Le coordinate geografiche precise sono state 39.41 gradi di latitudine e 17.21 di longitudine, mentre l’ipocentro è stato identificato ad una profondità di 18 km sotto il livello del mare. Il sisma ha interessato i comuni di Cirò Marina, Cirò, e Crucoli, paesi che ormai ogni giorno segnaliamo su questa pagina per qualche evento tellurico. Il terremoto di questa notte non ha provocato danni ne feriti, ma rientra in uno sciame sismico di tre scosse superiori alla magnitudo 2.0 gradi, fra cui quella di m 2.3 delle 23:02 di ieri sera.

TERREMOTO OGGI A COSENZA M 2.4

Alle ore 00:40 della scorsa notte ha tremato nuovamente la Calabria ma sul versante opposto, nel mar Tirreno meridionale. Si è trattato di un sisma di magnitudo 2.4 gradi sulla scala Richter, con un epicentro localizzato a 71 chilometri da Cosenza e 85 da Lamezia Terme. L’evento sismico ha avuto una profondità di 240 chilometri sotto il livello del mare, dato che ha praticamente “soffocato” lo stesso terremoto. Anche questa zona, come quella del crotonese, nonché del catanzarese, sta continuando a registrare scosse negli ultimi mesi, fortunatamente nessuna di forte impatto. Proprio lungo il mar Tirreno meridionale era stato registrato un altro movimento tellurico poco prima delle ore 21:00, di magnitudo 2.4: in nessun caso si sono verificati danni o feriti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA