Terremoto oggi in Georgia del Sud M 6.2/ Ingv ultime notizie, lieve sisma a Roma

- Davide Giancristofaro Alberti

L’Ingv ha comunicato nella giornata di oggi una scossa di terremoto avvenuta nella Georgia del Sud con una magnitudo di 6.2 gradi sulla scala Richter.

terremoto roma lariano 640x300
Terremoto a Roma

Anche oggi, martedì 25 gennaio 2022, andiamo a scoprire insieme il bollettino delle scosse di terremoto che si sono verificate nelle ultime ore in Italia e nel resto del mondo. Come sempre ci affidiamo al portale dell’Ingv, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, che ha segnalato una scossa nella regione Lazio alle ore 3:06 della notte passata. Si è trattato di un movimento tellurico molto lieve, di magnitudo 1.4 gradi sulla scala Richter, geolocalizzato precisamente a tre chilometri ad ovest del comune di Artena, in provincia di Roma.

Il sisma ha avuto coordinate geografiche pari a 41.731 gradi di latitudine e 12.88 di longitudine, mentre la profondità, il cosiddetto ipocentro, è stato di 1 chilometro sotto il livello del mare. Per quanto riguarda i comuni limitrofi vengono segnalati Lariano, Labico, Valmontone, Rocca Massina e Velletri, mentre a livello di cittadine troviamo Aprilia a 24 chilometri, quindi Tivoli a 27 e Latina a 29. Ovviamente il terremoto romano, vista la sua scarsa entità, non ha provocato dei danni ne tanto meno ha causato dei feriti.

TERREMOTO OGGI, SCOSSA A SAN TEODORO IN PROVINCIA DI MESSINA: I DETTAGLI INGV

Sempre l’Ingv ha segnalato una scossa di terremoto oggi ben più importante nelle isole Georgia del Sud e Sud Sandwich, due territori d’oltremare britannici. L’evento è stato di magnitudo 6.2 gradi sulla scala Richter ed è stato registrato alle ore 2:24 italiane, quando erano le 23:24 locali.

Il sisma ha avuto una profondità decisamente lieve, soli 10 chilometri, e di conseguenza la sua potenza è stata amplificata, anche se, vista la zona remota del mondo in cui si è verificata, non si segnalano ovviamente danni ne feriti. L’ultima scossa “significativa” in Italia resta infine quella avvenuta in provincia di Messina, a tre chilometri a ovest dalla località di San Teodoro. In quel caso l’evento è stato di magnitudo 2.1 gradi sulla scala Richter, ed ha avuto una profondità di 34 chilometri sotto il livello marino.







© RIPRODUZIONE RISERVATA