Terremoto oggi mar Adriatico M 3.7/ Ingv ultime notizie: trema anche Reggio Calabria

- Davide Giancristofaro Alberti

Nel mar Adriatico registrate due scosse di terremoto nella giornata di oggi, trema anche la provincia di Reggio Calabria: tutti i dettagli

terremoto mar adriatico ingv 640x300
Terremoto nel Mar Adriatico (Foto: Ingv)

Sono diverse le scosse di terremoto avvenute quest’oggi in Italia, così come sottolineato dal portale dell’Ingv, l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia che ogni giorno registra e classifica i movimenti tellurici verificatisi nel Belpaese. Ancora una volta torna a tremare il mar Adriatico Centrale, che ha visto una scossa di magnitudo 5.6 gradi lo scorso 27 marzo. Da quella data, da circa 20 giorni, quella zona dell’Italia sta continuando a registrare scosse di terremoto e lo stesso si è verificato quest’oggi. Alle ore 6:33 di stamane è stato infatti segnalato un sisma di magnitudo 3.7 gradi sulla scala Richter.

Un evento verificatosi nella solita zona delle ultime tre settimane, quella con coordinate geografiche pari a 42.68 gradi di latitudine e 16.28 di longitudine, e un ipocentro con una profondità di 9 chilometri sotto il livello del mare. La Sala Sismica INGV in Roma ha registrato anche un’altra scossa oggi nel mar Adriatico, alle ore 1:08 della scorsa notte e di magnitudo ben inferiore, pari a 2.1 gradi sulla scala Richter (con una profondità di 10 chilometri).

TERREMOTO OGGI NEL MAR ADRIATICO E IN PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

Da segnalare anche un’altra scossa di terremoto verificatasi nella mattinata di oggi in provincia di Reggio Calabria, a undici chilometri di distanza a nord da Roccaforte del Greco. In questo caso il sisma è stato registrato stamane alle ore 6:06, in una zona con coordinate geografiche pari a 38.14 gradi di latitudine e 15.94 di longitudine, con una profondità, un ipocentro, pari a 5 chilometri sotto il livello marino. In questo caso, essendo il sisma verificatosi sulla terraferma, sono stati diversi i comuni che hanno avvertito la scossa, a cominciare da Delianuova, passando per San Luca, Scido e Samo, e arrivando fino a Platì, tutti comuni dislocati nel reggino. A livello di città si segnala invece Reggio Calabria a distanza di 26 chilometri e Messina a 34. In tutti e tre i casi non si sono verificati danni a cose o persone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA