TERREMOTO OGGI ROMA, M 4.4/ Da L’Aquila al Lazio: “Numerose chiamate d’emergenza”

- Niccolò Magnani

Terremoto oggi a Roma, Frosinone e L’Aquila: scossa M 4.4 Richter, le ultime notizie sul sisma. Paura nel Basso Lazio.

roma_citta_sanpietro_cupola_lapresse_2015
LaPresse

Il terremoto che oggi ha colpito L’Aquila è stato avvertito anche a Roma ed in gran parte del Basso Lazio: il sisma di magnitudo 4.4 ha scatenato il panico nella Capitale, con tantissime chiamate al Numero unico di emergenza Nue 112. Come riportano i colleghi de Il Messaggero, sono state registrate almeno 50 segnalazioni da parte cittadini spaventati per la forte scossa. Fortunatamente, per il momento non sono stati registrati danni a cose o persone. Attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore sull’effettiva situazione a Roma e dintorni: la zona più “colpita” dal terremoto sarebbe quella del quadrante est, con segnalazioni giunte anche da Rieti e Frosinone. Come prevedibile, è scattato nel giro di pochi minuti il tam tam social, ecco una carrellata di post: «Avvertita forte scossa di terremoto a Roma, dal Salario all’Appio Latino», «Ho sentito perfettamente la scossa a Roma zona Boccea. Brutta sensazione», «Ragazzi sono a Roma e credo che ci sia appena stato un terremoto!». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

TERREMOTO OGGI L’AQUILA ROMA: PAURA NEL CENTRO-SUD

Fortissima scossa di terremoto udito poco fa – alle ore 18.35 – nella zona de l’Aquila udita però nettamente anche in parte del Lazio e nella città di Roma Capitale: secondo la prima stima provvisoria dell’INGV (che potrebbe variare in futuro con dati più specifici attualmente sotto calcolo) vede una scossa tra il grado M 4.4 e il grado 4.9 sulla Scala Richter, dunque una fortissima vibrazione che molti comuni nel Centro Italia nel “consueto” cono sismico tra Lazio, Abruzzo, Marche, Umbria e Molise potrebbero aver sentito distintamente. Sui social corre il panico per la scossa udita con alcuni cittadini scesi per le strade nel timore di eventuali crolli o danneggiamenti agli edifici specie nei piani superiori. Stando alla flash news apparsa sui canali ufficiali INGV, la scossa sismica si sarebbe confermata al grado 4.4 Richter, comunque decisamente imponente per non essere udita. Sono nel Lazio e nell’Abruzzo le principali aree che hanno avvertito il terremoto, anche se secondo un primo check delle autorità assieme alla Protezione Civile non vi sarebbero crolli o danni gravi a cose, strade, case, edifici e soprattutto persone.

TERREMOTO OGGI A L’AQUILA: PANICO ANCHE A ROMA

Secondo i primi dati emersi da INGV, la scossa di terremoto avvenuto oggi pomeriggio ha come ipocentro il punto a 14 km di profondità sotto il livello del terreno, mentre l’epicentro sarebbe confermato a Balsorano in provincia di L’Aquila: sempre secondo la stima INGV, i comuni coinvolti nel terremoto di grado M 4.4 oltre a quello più vicino al punto di impatto, sono Pescosolido, Sora, Campoli Appennino, Broccostella, San Vincenzo Valle Roveto, Villavallelonga, Isola del Liri, Posta Fibreno, Castelliri, Fontechiari, Vicalvi, Arpino, Alvito, Pescasseroli, Morino, Civita d’Antino, Monte San Giovanni Campano, Opi, Casalvieri, Lecce nei Marsi, Veroli, San Donato Val di Comino, Boville Emica, Fontana Liri, Santopadre, Ortucchio, Casalattico. Le distanze dalle città più influenti, secondo i dati di Emsc-Csem riguarda ben 36 km da Frosinone, 60 dall’Aquila e 99 km dalla capitale Roma. Secondo le prime testimonianze date da Rai News, agli uffici di Saxa Rubra della Rai hanno avvertito nettamente il terremoto con alcun studi che hanno tremato per diversi secondi consecutivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA